Pagine

Tuesday, July 31, 2007

Si rappresentano così i trentenni?

Su Il Foglio:

Al direttore - Enrico Letta continua a essere il giovane già vecchio della politica italiana. Con che faccia si candida alla guida del Partito democratico dicendo di voler rappresentare anche i trentenni e i quarantenni, fiero di una controriforma che fa pagare ai lavoratori parasubordinati – giovani alla prima esperienza lavorativa, basso reddito – le pensioni ai 58enni? La riforma degli ammortizzatori sociali sbandierata da Letta riguarda quelli già esistenti, come la Cassa integrazione, che coprono appena 17 lavoratori su 100, e va nella direzione esattamente opposta all'approccio blairiano del welfare-to-work, la rete di ammortizzatori universali a cui pensava Marco Biagi. Letta crede di rappresentare così i trentenni, addebitando sui loro conti corrente i costi salati dell'irresponsabilità del governo Prodi?

3 comments:

offtopic said...

Ma perchè i radicali sono rappresentati meglio?

Anonymous said...

Nel PD so' tutti candidati a tornassene a casa!

Anonymous said...

E a 'sti stronzi paghiamo pure la cocaina e le mignotte.