Pagine

Wednesday, December 03, 2008

Un no stupido che avvicina la Chiesa cattolica agli ayatollah

Non c'è nulla, ma proprio nulla, nel testo della dichiarazione dell'Ue sulla depenalizzazione dell'omosessualità che la Chiesa non potesse sottoscrivere (leggere per credere). Nulla che alludesse al matrimonio tra omosessuali o alla supposta criminalizzazione di quegli stati che non lo introducessero. Si parla solo di quei Paesi, come l'Iran degli ayatollah, dove l'omosessualità è reato penale. Si parla di diritti umani. Il "no" della Santa Sede è francamente sconcertante e dimostra ancora una volta quanto le gerarchie ecclesiastiche siano lontane da una piena comprensione e accettazione del concetto di diritti umani.

1 comment:

Bdd said...

conoscendo la politica della Santa Sede, mi pare tutt'altro che sconcertante purtroppo