Pagine

Friday, October 17, 2008

E l'idraulico Mario?

Da Il Foglio di oggi:

Al direttore - C'è un elemento ricorrente nei tre dibattiti tra Obama e McCain molto istruttivo non tanto sulla corsa alla Casa Bianca, ma per comprendere meglio l'America... e anche l'Italia. In tutti i dibattiti McCain ha assicurato di voler abbassare le tasse a tutti gli americani. Obama ha giurato che non aumenterà le tasse a chi guadagna fino a 250 mila dollari e che le vuole abbassare a chi ne guadagna fino a 200 mila. Da ciò si evince che Obama considera ancora ceto medio chi guadagna tra i 200 e i 250 mila dollari. Ebbene, qui da noi quando si parla di sgravi fiscali, le fasce interessate sono di solito quelle sotto i 35 mila euro. Mentre il candidato di centrosinistra in America promette di voler abbassare le tasse a chi guadagna fino a 200 mila dollari, qui da noi un governo di centrodestra è riuscito a detassare gli straordinari di chi guadagna non ricordo se fino a 30 o a 35 mila euro. E per non parlare del centrosinistra... Ciò la dice lunga sulla propensione dei nostri politici a non favorire l'accumulo di ricchezza e a corteggiare, invece, le ricchezze già accumulate. Chi qui in Italia guadagna tra i 70 e i 100 mila euro, anche solo per un anno, viene considerato ricco alla stregua di un milionario. Così come è concepito il sistema fiscale italiano è strutturalmente nemico della formazione del capitale, pietra angolare del capitalismo. E, ciò che è peggio, ostacola soprattutto la sua formazione dal basso, cioè da parte di chi dal nulla, o dal poco che ha, crea un proprio business. Tale è la mentalità prevalente, che nessuno solleva il caso dell'idraulico Mario.

3 comments:

Umberto said...

ed è così, anche così, soprattutto così che nasce l'evasione fiscale ...

Anonymous said...

devi sapere Jim che il denaro è lo sterco del demonio !!!!!

Anonymous said...

ma non era l'idraulico polacco ?