Pagine

Thursday, October 30, 2008

Un presidente perfetto

Il mondo sarà un posto più buono con Obama. A parte gli scherzi, se avete una mezz'ora non perdetevi il suo lungo spot elettorale andato in onda ieri in prime time su tutte le principali reti televisive americane. E' praticamente perfetto. Non voglio soffermarmi su come abbia potuto permettersi di comprare spazi così costosi, ne parlo perché l'ho trovato stilisticamente e politicamente perfetto.

La logica conclusione di una campagna condotta con pochissime smagliature. Anzi, è il riassunto in mezz'ora di tutta la campagna e aiuta a capire perché con ogni probabilità sarà lui il prossimo presidente degli Stati Uniti. Tutto è curato nei minimi particolari. La sua immagine, la voce, le scene di "american way of life". Mi sembra che non indulga in stucchevoli sentimentalismi, che si rivolga alla classe media affrontando i temi che le stanno più a cuore, puntuale e preciso sulle proposte, con toni rassicuranti ma al tempo stesso stimolanti.

Fate caso alla colonna sonora. Bisogna sforzarsi per farci caso, perché è molto discreta. Non so se anche a voi suscita le stesse sensazioni, ma trovo che comunichi il senso di una grande opportunità a portata di mano, qualcosa che sta per accadere, un evento a cui non mancare. Dal punto di vista psicologico la voglia di non mancare ad un appuntamento che con grande maestria Obama e il suo staff sono riusciti ad ammantare di un che di storico potrebbe essere un fattore d'attrazione decisivo. E in fondo, tutto sommato, il messaggio dello spot è proprio questo: chiede a chi guarda di voler essere artefice e partecipe di un cambiamento presentato come storico.

4 comments:

adriano said...

Direi che, grazie a dio, non a quello di Giuliano Ferrara e Ratzinger, il vostro progetto di seminare odio e paura nel mondo è fallito. I neo cons sono un incubo del passato. Rettili schifosi che si sono cibati del sangue di innocenti. Dei loro stessi concittadini. Organizzando attentati, false flags, sul loro stesso territorio per giustificare interventi di repressione e limitazione delle libertà individuali. E solo gente stupida o in mala fede poteva dargli retta. Voglio credere che le persone che conosco personalmente e che hanno creduto a quel delirio siano della prima categoria.

Si volta pagina. Il 2012 è vicino. Succederanno cose. Bellissime perchi saprà cogliere l'opportunità. Orrende per chi spera di continuare a seminare odio. Non c'è più spazio in questo mondo per gente come Mc Cain, Bush, per Francesco Cossiga, per Silvio Berlusconi, per Ratzinger, per chiunque creda che la gente si possa controllare con la paura, per chi, cattolicamente, crede che castigando il corpo si addomestichi l'anima.

L'anima, anche quella di Giuliano Ferrara, è infinita; it doesn't matter the body, direddero i miei amici d'oltre oceano.

Welcome to the new world, not the new world order!

Tzunami anche tu hai un'anima, stai tranquilla!

1972 said...

"Rettili schifosi", "gente stupida", "seminare odio", hai capito Federico? E noi che pensavamo di essere brave persone...

;)

Ciao.

Enzo

Adolfo L said...

Tutto fumo, niente arrosto, caro Federico...

Ciao,

Adolfo

adriano said...

ciao 1972, ricordati di Bush, mettiti un santino sul letto e pregalo ogni sera... ma non pensare ai massacri che ha perpetrato altrimenti faresti brutti incubi

pace e bene