Pagine

Thursday, October 23, 2008

Le occupazioni "pacifiche"

L'irruzione in un'aula di Scienze Politiche, a Milano;

Tra soprusi e totali mistificazioni, la resistenza vera, quella degli studenti che vogliono proseguire le lezioni;

I blocchi del traffico, la gente imprigionata.

Fonte: YouReporter.it

Peggio di un governo che tollera l'illegalità, c'è solo un governo che non dà seguito alla promessa di non tollerare l'illegalità.

30 comments:

andrea mollica said...

dopo le vaccate che hai scritto sui dibattiti americani, ora pure ste robe sull'università. ma sì, ora mandiamo l'esercito contro gli studenti che occupano...
essere a libro paga di berlusconi ha fatto diventare una patetica macchietta capezzone e ci ha fatto perdere un buon blogger italiano
amen

JimMomo said...

Evidentemente sei nuovo da queste parti, perché i governi cambiano, ma qui si scrivono (e si dicono) da anni le stesse cose su università e legalità!
Dunque, secondo i tuoi parametri, anche prima di essere "a libro paga di Berlusconi" non avrei dovuto essere un "buon" blogger.
Prego verificare prima di alludere simili idiozie sul mio conto.

Poi gradirei sapere quali sarebbero queste "vaccate" sui dibattiti negli Usa. Comunque questa me la segno...

andrea mollica said...

ho commentato più volte sul tuo blog, che leggo da almeno 4 anni.
il cambio nei toni è evidente da quando capezzone è il nuovo portavoce di FI. non ricordo esattamente tutti i miei commenti qui, cmq se vai a quelli post elezioni ne trovi qualcuono

"Poi gradirei sapere quali sarebbero queste "vaccate" sui dibattiti negli Usa. Comunque questa me la segno"

1. se ho tempo ti dedico un post, nel quale ti paragono a repubblica. ne avevo fatto una bozza ma poi ho pensato che fosse inutile. ora magari trovo la motivazione per farlo
2. su questa me la segno, devo temere la polizia a casa?

JimMomo said...

No, non devi temere la polizia. Me la segno nel senso che qualcuno magari troverà il tempo di concentrarsi sulle tue di "vaccate".

Sì, ho votato Prodi fidandomi dei radicali; ho voluto dar credito a Veltroni all'inizio, più o meno fino all'ottobre scorso (quando diceva tutt'altre cose rispetto a quelle che fa e che dice oggi)E su queste cose ho sbagliato e cambiato idea. Non certo sull'università e sulla legalità, come testimoniano i miei post. I toni e le idee - e soprattutto le tessere e le intenzioni di voto - si cambiano, per fortuna (solo gli idioti non cambiano mai idea), ma che ciò sia dovuto a "libri paga" di chicchessia col cazzo!

Anonymous said...

Ma più che altro perché drammatizzi, Jim, quando ho letto "la gente imprigionata" pensavo l'avessero rapita per chiedere un riscatto, hai il melodramma nel sangue

JimMomo said...

:-)
Suvvia, "imprigionati" nel traffico, si dice comunemente. Mi sembra ovvio che mi riferissi al traffico...

Anonymous said...

Notare il tipo infoiato che nel video dice all'altro studente "cosa HAI rimasto delle lezioni ? cosa HAI rimasto delle lezioni ?", e se al posto della laurea si preoccupasse di ritornare alle elementari, magari con un maestro unico che gli insegnasse la grammatica ? :-D

Anonymous said...

Guarda Molli' che non c'è cosa peggiore di chi si inalbera avendo torto marcio. Manifestare è un diritto, bloccare le lezioni e chiudere scuole o università impedendo le lezioni a chi non è interessato allo sciopero, no. Fine. Per il resto, cioè le stronzate, vanne a parlare con Veltroni e la De Gregorio.

Pignolo

Anonymous said...

no, ovvio no, potevi anche usare "la gente bloccata", ma ti serviva "imprigionata" per maramaldeggiare

andrea mollica said...

al solito il buon silvio dà soddisfazione. ricordo al pignolo che non ho scritto 1 virgola sulle occupazioni/proteste. le vaccate erano sugli usa, e poi arrivano.


Non ho mai detto né pensato che servisse mandare la polizia nelle scuole. I titoli dei giornali che ho potuto scorrere sono lontani dalla realtà». Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rispondendo da Pechino alle polemiche provocate dalle sue frasi rilasciate in conferenza stampa a Palazzo Chigi a proposito delle proteste nel mondo della scuola e dell'Università.

JimMomo said...

Andrea, Berlusconi ha detto ieri (e ripetuto oggi) che avrebbe impedito le occupazioni, mentre gli è stata attribuita la volontà di reprimere le manifestazioni. Cosa falsa.

Detto questo, anche secondo me, alla fine, Berlusconi tollererà anche le occupazioni ed è per questo che chiudevo questo post scrivendo "Peggio di un governo che tollera l'illegalità, c'è solo un governo che non dà seguito alla promessa di non tollerare l'illegalità". Ma secondo te ormai sono nel suo "libro paga". Ma vatti a leggere cosa ho scritto su Alitalia, su Tremonti, sulla crisi...

Ti segnalo che hai commentato questo post imputandomi non solo "vaccate" sugli Usa, ma anche "ste robe sull'università". "Ste robe" sono link a video che provano azioni illegali. Vorrei che il governo - di qualsiasi partito - impedisse le illegalità. Veltroni stesso in campagna elettorale aveva detto che avrebbe assunto questo atteggiamento nei confronti anche delle piccole illegalità.

E ricordo anche che aveva impostato la campagna del Pd contro "l'Italia dei no", mentre oggi ricorre esattamente all'"Italia dei no" per (tentare di) riempire la piazza del 25 ottobre.

Mi spiace di questo tuo attacco gratuito e personale, dopo i commenti intelligenti che avevi postato in aprile.

Anonymous said...

Insomma Andre', posto che purtroppo Berlusconi non farà nulla, vorrei capire: okkupazioni, picchetti, chiusura scuole e facoltà sono:

a) Un diritto conculcando il quale si finisce in Cile, nella Russia putiniana, nel fascismo e nel nazismo.

b) Atti di arroganza e illegalità che è giusto impedire anche con le forze dell'ordine.

Se hai risposto "a", confermo: puoi andare da Veltroni a parlare di Olof Palme, degli Abba e dei cineforum di una volta.

Matteo said...

Peccato che l'attuale governo, quanto a legalità, abbia ben poco da insegnare.

Anonymous said...

Poco cambia, Matteo. Spiacente, il giochino del governo di mafiosi piduisti ecc va bene per i grillini, e qui non credo ne tronverai. Che governi Berlusca o Prodi, che a calpestare i diritti altrui siano studenti, professori, tassinari, camionisti, no Tav, no Scanzano, no discarica, no sto cazzo, certe azioni vanno represse. Con le forze dell'ordine. Io la vedo così. E tu sei coerente o di quelli che cambiano idea a seconda di chi c'è a palazzo Chigi?

Pignolo

andrea mollica said...

@pignolo: di solito si dice, se non erro, a domanda scema risposta scema, quindi ti dico sia a che b. così sei contento e mi puoi dire che non capisco niente, e prometto che cercherò di abbeverarmi alla fonte della tua saggezza, che è un bel pò banale, ma va bene uguale.

@jim
a me il tuo blog piaceva, ho visto una svolta negativa negli ultimi mesi. è una mia opinione personale. credo di essere stato troppo tranchant, e se cose che ho scritto ti hanno offeso me ne spiaccio/scuso. confermo di avere un'opinione diversa sulla scuola, anche se in realtà meno distante di quello che appare, e continuo a dirti che certi pezzi come quello sull'endorsement di powell gridano vendetta. già scrivere un pezzo sui sondaggi di zogby e basta ti fa precipitare ai livelli di repubblica, poi sei riuscito a scrivere che il MO è una roccaforte repubblicana(ma dove?)e poi dell'influenza sull'elettorato della manifestazione di st louis. al di là che le folle oceaniche a obama portano rogna, visto il calo nei sond post berlin, ti dico solo che a rhode island, nello stesso luogo a providence, a vedere il rally pre primarie di hillary c'era neanche un terzo dei presenti al comizio di obama. risultato:clinton 58, obama 40. questo per rimarcare che la gente ai rally ha zero effetto tanto sui sondaggi che nelle urne. in america, e potremmo dire pure in altri posti. e mi fermo qui, ma potrei andare avanti. forse lo farò sul mio blog, che leggono in pochi, comunque se uno esprime la propria opinione il rischio che gli altri la trovino una vaccata è alta. è quantomeno utile corroborarle coi fatti, e provare ad argomentare in coerenza con questi. io provo a fare così, secondo me tu nell'ultimo periodo lo fai meno, ma per farla finita ti dico già che sbaglio sicuramente io.

Anonymous said...

Di solito si dice, se non erro: non voglio rispondere. Perchè se lo faccio o crolla il castello di carte o sparo un'idiozia che, senza infingimenti retorici, diventa troppo palese. Comodo, vero Andre'? In fin dei conti è il metodo del ma anche, che conosciamo bene.

Pignolo

Matteo said...

@Pignolo:

Non si tratta di giochini, ma proprio di coerenza. Se qualcuno pretende di insegnare la legalità, inizi per primo a rispettarla, grazie.

Anonymous said...

No no, non si tratta di coerenza, ma di sostanza. A meno che tu non stia dicendo che, visto che il premier ha problemi con la giustizia, gli okkupatori possono fare quel che vogliono. Insomma benaltrismo a 24 carati. Allora facciamo così: io vengo a casa tua, ti gonfio e ti rapino. Se poi la polizia, che dipende dal Viminale, mi butta dentro non può farlo perchè B ha problemi con la legge. Ci stai?

Pignolo

JimMomo said...

Allora, Andrea, riconoscendo onestà intellettuale a chi la pensa diversamente si ragiona meglio. Avere un'opinione diversa sulla scuola non è un dramma. Com'è noto io la vedo da libertario/liberista. Sul pezzo "Obama Powell", senza voler offrire un panorama esaustivo dei sondaggi, cercavo solo di ragionare su quale potesse essere l'effetto dell'endorsement di Powell, quindi sulla base di impressioni personali. Il sondaggio Zogby è l'unico che ho citato perché nei giorni precedenti aveva registrato una piccola ripresa per McCain per poi tornare a un margine di quasi +6. Tutto qui. Per quanto riguarda il Missouri, la definizione di "roccaforte" deriva dalla lettura della scheda di Andrea Mancia, che non credo riporti dati falsi (http://ideazione.blogspot.com/2008/09/usa-2008-25-missouri.html). Per quanto riguarda la manifestazione di St. Louis: a Berlino, nella cornice, in quello che ha detto Obama e nel modo in cui l'ha detto, c'erano tutti i motivi perché si verificasse un impatto negativo nei sondaggi. Né St. Louis si può paragonare alle primarie. Comunque secondo me nel valutare gli effetti di questi eventi sulle intenzioni di voto siamo nel campo dell'opinabile e non della scientificità. In sintesi in quel post sostenevo che a) l'effetto Powell è più a lungo termine, sull'immagine complessiva del candidato; b) St. Louis *può* avere avuto un effetto; c) ma soprattutto azzardavo che in quell'intervista di McCain apparisse troppo rassegnato. "Vaccate" mi sembra esagerato. Quando si tenta di capire gli spostamenti d'opinione in una campagna elettorale siamo per definizione nel campo dell'ipotetico. Ciao

Anonymous said...

Protestare non è illegale... almeno non negli ultimi 60 anni...

offtopic said...

offtopic: ...in ogni caso il crollo del PIL inglese è la dimostrazione che di pil finanziario trattavasi, cioè di pil virtuale in massima parte... di manifatturiero concreto assai poco...
e pensare che li guardavamo come ai nuovi profeti della crescita inarrestabile nella modernità e nella globalizzazione...

Anonymous said...

le università italiane, sono divenute covi dove monta la violenza...ed i loro associati-affiliati, travestiti da illuminati studenti di sinistra...le utilizzano mica solo per studiare ( poco ) e protestare ( tanto )...no, proprio la sinistra più estremista ci mette del suo, portando avanti campagne di tenore antisemita, soprattutto nell’ambito di quelle mobilitazioni che si vogliono contro la globalizzazione ( hanno tutti l'i-pod!!! ).

sembra quasi che ci sia un nuovo corso di studi...dove alla fine ti diplomano come antisemita della "buona" causa.

chissà se qualcuno di loro...si ricorda di daniela santus...a torino se ricordo bene...o di pietro melis, università di cagliari...

bah...

p.s.. ma che succede a 'sto blog? cambio di grafica?...o sono io?!?


ciao.

io ero tzunami

Anonymous said...

Qualcuno avverta il signor Offtopic che sono parecchi anni ormai che i PIL dei paesi avanzati sono fatti in prevalenza da servizi, non da manifatturiero, il quale, si tenga forte che questa è una notizia completamente nuova per lui, è stato spostato nei paesi a basso costo di manodopera. E lo informi anche che servizi non vuol dire solo finanza. Già che ci siamo, la delocalizzazione ha permesso che quello che era un mondo con una grande sovracapacità produttiva rispetto alla domanda e costi insostenibili, non licenziasse mezzo mondo, ma appunto riconvertisse nel comparto servizi molti di quei posti di lavoro. Cumino

Giancarlo said...

E già che c'è lo avvisi anche che comunque l'economia manifatturiera è legata indissolubilmente con la finanza, se no non si spiega come mai la crisi stia mettendo in ginocchio anche le industrie oltre alle banche.

adriano said...

Suvvia litigiosi, ma che credete... qui state leggendo The New Republic... ci mancano quelli con le bandiere sudiste, i cappucci bianchi e le croci incendiate (stile Missisipi Burning, gran film, vero Fede?)
Peccato che il maiale col rossetto se l'è presa in der posto, che magari le fa anche piacere visto che dubito qualcuno possa averla sedotta negli ultimi anni...
Peccato che Mc Cain è una caricatura, delle peggiori, di tutti i vecchi livorosi e catarrosi veterani d guerra che Hollywood ci ha presentato dai'70 in qua.

Peccato che lo Psiconano (ci sono i grillini, ci sono, e attento Pignolo che ti pignolo io!!!), dicevo, peccato che lo Psiconano dovrebbe ricordarsi che ce l'ha talmente piccolo che pure quella santa donna della Garfagnana l'avrà, a un certo punto, schifato e sputacchiato via... quindi ndo va con la polizia, ha già dato al G8 nel 2001, lo psycokriminal, che vuole ripetersi... stavolta non ci stanno Bolzaneto, stavolta lo si tiene d'occhio... attento psychokiller

hasta qualcosa, non ricordo bene cosa però!!!

Anonymous said...

Adriana, invidiosa. La Palin è un disastro. E però, credo che per sedurla ci sia una fila lunga così. (Compreso il sottoscritto, amante delle Milf, se solo sopportasse le file).

Pignolo

adriano said...

Pignolo

ma che ci stai a prova' co me... guarda che non te la do... i repubbli-kani io non li sc...oppss non li voglio
semmai mettiti in fila, e inizia a leccarti le feritine per la sconfitta

Anonymous said...

Temo che i veri sconfitti saranno quelli come te che tifano Obama. Che pensano che tifare democrat voglia dire ritrovarsi Agnoletto alla Casa bianca. Ne riparleremo.

P.

adriano said...

Agnoletto?
Ma per chi mi hai preso, per Sara Pallin - a sgonfiata?

semmai vado io alla casa bianca, sono decisamente meglio, come first lady di sicuro

:-))))

Anonymous said...

adrià...poi mi fai fa' uno stage???

pazza!!!


ciao.

io ero tzunami