Pagine

Monday, October 16, 2006

Magdi Allam c'è rimasto male

Magdi AllamSe vi raccontassi che il Papa avrebbe deciso di far costruire una moschea in Vaticano, restereste attoniti. Se aggiungessi che la moschea verrebbe ceduta a degli islamici radicali che predicano l'odio, mi prendereste per pazzo. Ma se vi riferisco, riportando dalla prima pagina del Secolo XIX, che a «Genova i frati costruiranno la moschea», e che essa diventerà proprietà dell'Ucoii, chissà perché oggi in Italia il fatto viene esaltato come gesto di autentica carità cristiana e un modello di fratellanza umana.
Magdi Allam (Corriere della Sera, 16 ottobre)

No, caro Magdi, noi non restiamo «attoniti». L'errore è arruolare il Vaticano nella lotta al fondamentalismo islamico. C'è chi lo fa in modo strumentale e chi s'illude. E' stato giusto, dinanzi alla campagna d'odio orchestrata nei confronti di Benedetto XVI per il suo discorso a Ratisbona, riaffermare il principio della libertà d'espressione, ma è bene ricordare che dalla Santa Sede non udimmo parole in difesa delle vignette satiriche su Maometto bensì di rimprovero alla satira blasfema.

S'illudono quei liberali che vedono nella Chiesa cattolica un alleato affidabile nella difesa dei valori e dell'identità dell'Occidente, a meno di non ritenere che tra quei valori libertà d'espressione e democrazia siano secondari, accessori.

Il Papa sembra muoversi fra due fuochi. Da una parte egli deve criticare la ragione moderna dall'interno del mondo occidentale, evidentemente andata troppo oltre e allontanatasi dalla fede; dall'altra deve riaffermare l'identità e la supremazia cristiana in contrapposizione con l'Islam, e lo fa rappresentando il binomio fede-ragione come peculiarità sconosciuta all'irrazionalità insita nella religione islamica. La Chiesa è quindi incline a trovare con l'integralismo islamico, se mondato dagli eccessi della violenza, punti di intesa per combattere le «tante insidie di una società consumistica e secolarizzata» (Benedetto XVI alle Diocesi di Romagna, 7 ottobre) e le «moderne correnti culturali ispirate all'edonismo e al relativismo» (Benedetto XVI, Angelus dell'8 ottobre).

18 comments:

Anonymous said...

Un post fantastico. Bravissimo.

(Malvino)

John Christian Falkenberg said...

Il Vaticano e' , appunto, un alleato; come la storia insegna, si impiegnao gli alleati che ci si ritrova, non quelli che si vorrebbero avere.
I cattolici ed i cristiani sono, invece, altri individui con cui dialogare.

Anonymous said...

l'ho già detto divers volte.

calarsi le braghe davanti al terrore islamico è come la famosa potemkin...una cazzata pazzesca!!!

spero che i progettisti, gli architetti e gli stessi manovali chiamati all'edificazione siano affetti, quotidianamente, da ventilatio intestinalis prutens...o altra patologia non grave ma che però li esenti dal lavoro...

altrimenti c'è sempre la speranza di un terremoto!!!

ma forte, però...


ciao.


io ero tzunami...

JimMomo said...

I singoli credenti, cristiani e cattolici, sono certo che sono nella stragrande maggioranza laici e liberali.

Anonymous said...

ok ok... a me le moschee stanno bene...per me dio uno è, pur ciascuno chiamandolo col nome che gli pare.

non dimentichiamo però che qualche tempo fa, proprio la ucoii pagò profumati euro per far pubblicare - su i maggiori quotidiani nazionali - una intera pagina in cui s’accostava la strategia israeliana in libano e palestina al progetto di sterminio praticato dai nazisti tedeschi!!!

cosa da pazzi, altro che tolleranza e liberalità.

categorie abusate e stantie dalle quali io rifuggo.

piuttosto, esse devono essere messe in pratica con i fatti...anche nelle piccole cose...non basta riempirsene la bocca!

mi verrebbe da dire, pertanto...ma allora l'islam moderato è veramente una leggenda metropolitana, come i fatti di roswell o i kaimani transgenici di new york...

inoltre, ai singoli credenti, cristiani e cattolici, nella stragrande maggioranza laici e liberali ( prsunti , mi verrebbe da chiedere: che significato può essere attribuito allo slogan dei fratelli musulmani, degnamente rappresentati in italia proprio dall’unione delle comunità e organizzazioni islamiche in italia...<< allah è il nostro programma, il corano la nostra costituzione, il profeta il nostro leader, il combattimento la nostra strada, la morte per la gloria di dio la più grande delle aspirazioni >>???

ora, io credo che essere liberali è cosa buona e giusta ma l'autolesionismo...

dio salvi l'islam.

e con esso i frati del sorriso francescano.

li voglio vedere a recitare la sura n° nove...

buoina libertà a tutti.

ciao.


io ero tzunami...

Republican said...

non è muoversi tra due fuochi. Semplicemente la Chiesa Cristiana ha lo stesso compito dell'islam, e cioè combattere una società secolarizzato e consumistica come la nostra. Ricordiamoci sempre che il nemico della Chiesa, e delle religioni monoteiste, che ci piaccia o no è il liberalismo classico. Ricordiamo anche la tanta invidia che prova il Vaticano a volte a vedere la tradizione musulmana rieccheggiare dai propri leader. Il discorso terrorismo ovviamente è un altro discorso, ed è un cancro che l'Islam possiede e difficile da estirpare.

Anonymous said...

scusami rep ma la chiesa cattolica quasi non pratica il proselitismo!

cristo stesso ci dice << fai quel che vuoi >>, allah invece << piegati a me >>.

presi alla lettera...


ciao.

io ero tzunami...

periclitor said...

jimmomo wrote:
ma è bene ricordare che dalla Santa Sede non udimmo parole in difesa delle vignette satiriche su Maometto bensì di rimprovero alla satira blasfema
questa è semantica jim.
la seconda parte secondo me è azzardata seppur coraggiosa.scrivere che la chiesa si potrebbe ritrovare con le ali estrema dell'islam èuno spunto interessante per una discussione tra amici ma è fantareligione.

adriano said...

Periclitor caro...

Che nome dio mio...
Sai che la teoria della Chiesa che si ritrova alleata dei fanatismi islamici per ribadire la supremazia dell'ordine patriarcale-maschile costituito l'ha detta anche un certo emanuele severino (da lerner, figurati, quell'ebreo!) e non l'ho mai sentita al bar sotto casa (ma che bar frequenti?) dove al limite si ineggia all'ordine patriarcal-maschile costituito strabuzzando gli occhietti vogliosi e sussurrando parole non gentili verso quella zoccola orrenda della gregoraci spalmata sulla copertina di maxim che ci piglia pure per il culo con il suo spot della 3?

Prendo fiato. E ti dico: emanuele severino è un filosofo, dio mio... periclitor....

fede mi metti il link al nuovo blog, e cambi pure il titolo del link?
grazie baci

Republican said...

La Bibbia e i testi di Pio IX non sono discussioni tra amici..

JimMomo said...

Ué, vuoi che ti ramazzi pure la stanza?!
;-))

adriano said...

No, vorrei che la tua 'onestà' intellettuale ti facesse mettere un post su Bush che legalizza la tortura, su questo piccolo mediocre dittatore burattino nelle mani dei rettiliani che governo il mondo nell'ombra e dall'ombra

:-) kiss

periclitor said...

caro adriano periclitor è latino,non mi apetto che tu lo sappia ma prima di fare figuracce informati.
Severino è un ottimo filosofo.non è la Verità.è stato + volte smentito(anche da Giorello ad esempio laico e filosofo che dice un a cosa ben diversa da lui)ma soprattutto gli storici che si occupano di queste cose dicono(nella maggioranza)una cosa diversa.frequento i bar dove i nomi degli imperatori romani rendono onore a tale nome e non scrivono cose banali.senza offesa.auguri

adriano said...

Caro Periclitor, chissenefrega se il nome è latino, la mia era una battuta, non sono tenuto a conoscere quella lingua

Il bar che frequenti, da saggetto virtuale quale sei, potrebbe essere quello di harvard, dove orde di studentelli illusi dall'America dream credono ancora (non tutti almeno) alle menzogne che gli fa bere quel dittatore scimmiesco del loro presidente.

Severino non sarà la verità per te, forse, ma per me lo è. Buona preghiera al peccaminoso Razzinger

ps. Ma Giorello chi è il fratello di Fiorello?

ixpura said...

Se lo è per te non portarlo come dgma per tutti.Giorello è un filosofo molto stimato.anche li non è colpa mia se non conosci.niente harvard una squallida SCUOLA DI RAGIONERIA MA SO USARE IL CERVELLO.E NON MI FACCIO IMBONIRE.PENSO SOLO DIVERSAMENTE DA TE ALMENO IN QUESTO CASO.forse le tue erano battute a me sembravano prese per il culo da saccente.mi sarò sbagliato.amici come prima.
dimenticavo io non sono cattolico quindi non prego.

periclitor said...

il post sopra è mio scusate il nome stavo scrivendo altro.

adriano said...

Amici come prima Peri
Ma vedo che il tuo meraviglioso blog è popolatissimo!!!
:-)
Mi raccomando continua così, hai delle idee fantastiche!

periclitor said...

bè adoro la nicchia pochi ma buoni.e poi sono "on line" da 10 mesi e da 4/5 in tcq.magari con il tempo.ma non me ne faccio un cruccio.i migliori programmi televisivi sono quelli meno visti.i rewality populisti fanno record di ascolti.ma uno in + con buone idee anche se diverse dalle mie farebbe comodo.sei il benvenuto se vuoi.lo stesso vale per jimm ma nn mi risponde nemmeno qui quindi non credo voglia fare una capatina