Pagine

Monday, June 26, 2006

Scippo azzurro con destrezza

Specchio dell'Italia democristiana

Adesso chiediamoci: non è controproducente che questo carrozzone vada avanti? Azzurri fermi sulle gambe, dall'inizio alla fine. Una gran brutta figura. Volutamente rinunciatari e attendisti, e - cosa ancor più grave - per evidente scelta tattica. «L'abbiamo fatto apposta», ha confessato Lippi. Neanche il pressing sulla trequarti, per non concedere spazi, tutti dietro ad aspettare chissà che. Temibilissimi gli australiani, corrono tantissimo. Li avete visti correre? Ho visto solo i nostri inchiodati. Complimenti. Lippi dovrebbe avere il pudore di tacere. Contro una squadra da serie C, dotata di una difesa imbarazzante, era una partita da giocare tutta all'attacco per chiudere la pratica nel primo tempo. Se solo fossimo entrati in campo...

Una volta in dieci hanno tirato del tutto i remi in barca puntando ai supplementari, mentre altre squadre meno blasonate hanno continuato a fare il loro gioco. Non è che non si capisce che gioco abbia la nostra Nazionale, è proprio che non gioca, che nelle sfide a eliminazione diretta rinuncia a giocare, facendo di tutto per complicarsi la vita e consegnare la propria sorte a un episodio. Va bene che una partita combattuta possa essere decisa da un episodio fortunato, ma davvero oggi non meritavamo il colpo di culo se è vero che la Fortuna aiuta gli audaci. Piuttosto, oggi la Fortuna è stata cieca e faremmo bene ad accendere un cero a Sant'Antonio. Da tre Mondiali è questa l'Italia che ci tocca vedere. In una parola: inguardabile.

Né si è trattato della solita questione Totti-Del Piero, seppure di per sé scandalosa. E' il terzo Mondiale, per non parlare degli Europei, che Del Piero, per qualche stranissimo motivo, sembra che debba timbrare il cartellino e poi vagare per il campo spaesato, cadendo da solo. E a noi tocca averne pena.

Avrei proprio voluto vedere quali gambe sarebbero andate su quel dischetto se non ci fosse stato Totti.

23 comments:

semplicemente liberale said...

Questo tipo di vittorie sono le più belle. Voglio vincere un Mondiale così. L'importante è vincere. Il come lo lasciamo agli idealisti brasiliani. Noi siamo realisti sino in fondo.

ps: "réalisme à l'italienne" è il commento di fifa.com....

JimMomo said...

Un conto è che una partita combattuta possa essere decisa da un episodio fortunato, o con astuzia, un altro è che non si scenda neanche in campo.

semplicemente liberale said...

Sì, Jim. Ma conta anche che abbiamo giocato per larga parte in 10 contro 11.

Noi non siamo il Brasile. E direi anche: meglio. La nostra difesa è un bunker. L'importante è non prenderle. E prima o poi qualcosa accade davanti. Buon senso italico. ;)

Anonymous said...

Ammazza che furto. Essendo Del Piero in campo, direi che abbiamo giocato in 10 contro 11 fino a quando non hanno cacciato Materazzi, e poi da quando è uscita la pippa infinita: in mezzo ai due eventi eravamo in 9 contro 11. Tumulate Del Piero sotto un cippo nibelungo, lì in Germania, ve ne prego. Qualcuno abbia pietà, facciamo un altro referendum (che tanto sembra che se non li indicono i radicali la gente a votare ci va eccome, pure di 25 giugno) ma levateci dalle palle quell'uomo. Contagiate col vaiolo l'uccellino, se volete fare un lavoretto di fino. Ho finito, augh
Mixumb

panka said...

totti ha seganto il rigore, ma ha perso due palle davanti all'area, che se loro non fossero stati da serie C (ma lo dici tu) e la nostra difesa non fosse cosi forte, avremmo perso 2 a 1. Si potrebbe, e con maggiori risultati, giocare senza Totti (proprio fuori forma) e senza Del Piero (proprio spento).

P.S.
In corea quello spento fu Totti e non Del Piero.

ciao

semplicemente liberale said...

Io vedrei bene un 5-3-2 a trazione anteriore.

Davanti Toni e Inzaghi a rapinare. Dietro le barricate, a centrocampo Pirlo a lanciare Inzaghi e dettare il ritmo con Gattuso e Perrotta a fare il lavoro sporco.

Chi ci batte così? :)

Ismael said...

SL, realista dovrebbe fare il paio con catenacciaro?? Allora sono un atipico pure in questo frangente...
:-)
No, sulle questioni calcistiche Jim è pressoché sempre ineccepibile: va bene giocare all'italiana, ma giocare, perdio!

www.mariniello.net said...

Quoto il nazionalismo realista di SL! :))

Nicola R said...

Lippi oggi mi ha deluso. Pensavo che la sua Nazionale potesse essere diversa, cioè più spettacolare e spavalda, di quelle di Maldini e Trapattoni. Purtroppo ala prima gara ad eliminazione diretta è ritornata la "cagarella" italiana. Sui giocatori stenderei un velo pietoso: a parte Buffon (che non ha bisogno di correre), si sono salvato solo Gattuso e Cannavaro, così così Zambrotta, male tutti gli altri, con Grosso, Toni, Pirlo e Perrotta inguardabili. Del Piero è andato male, ma non peggio dei magnifici 4. E poi Totti ha sbagliato tutto, ma per fortuna ha tirato bene il rigore. E poi Jim: ancora con questa storia del dualismo Del Piero-Totti? In Nazionale ha fatto meglio il primo, anche se ha sbagliato molte partite importanti. Ma se non vanno, meglio che rimangano fuori entrambi. Il problema, semmai, è che sono tutti sulle gambe, ad esclusione di Gattuso. Speriamo in un'inversione di tendenza. p.s. oggi ci è andata proprio di culo: ci toccherà l'Ucraina!

l'olandese volante said...

.....io vi scrivo dall'Olanda e non vi dico quello che debbo sopportare da parte degli olandesi. Loro hanno perso giocando e facendo pressing, noi abbiamo vinto grazie a quel disgraziato lurido somaro testa di c...o di lippi bastardo figlio di una m......a. Ma é mai possibile che una cosí incredibile testa di m.....a dovrebbe guidare una squadra di calcio, ma perché non va a farsi un bel clistere di varecchina questo rincoglionito, senile buffone con i capelli bianchi. Per non parlare poi di quel pirla di pirlo, di quel frocione di gilardino e di quella merdetta di del piero. Gli italiani che vivono all'estero e che si fanno il culo grosso come le grotte di Nettuno a lavorare e a tirare su famiglia, si sono rotti i c......i a vedere questi 11 pederatsi a giochichiare in campo come delle troiette. Lippi, pezzo di m...a, ritorna dentro a quella fogna da cui sei venuto fuori, COGLIONE.....

herakleitos said...

Per me, fino a oggi, il mondiale di Del Piero è migliore di quello di Totti. Ha fatto più movimento e dato più palloni. E' solo il caso che ha voluto che Totti, oggi, tirasse il rigore decisivo (e l'ha tirato benissimo). Il punto è che Totti gioca sempre dove rende al meglio, Del Piero è costretto a fare il trequartista, e NON è un trequartista o, peggio, un centrocampista.

Sul resto, sono d'accordo. Facciamo schifo. Non ci muoviamo e Lippi sta commettendo troppi errori. Oggi è stato scandaloso: Del Piero ala, il centrocampo a tre, Iaquinta per Gilardino, attendere un avversario di scarsi mezzi...
Però il calcio non sta scritto da nessuna parte che vada giocato in modo spettacolare: a calcio bisogna vincere. E noi abbiamo una difesa pazzesca, con il miglior portiere del mondo, e prima o poi davanti la buttiamo dentro. Però non con Toni e Gilardino, ma con Inzaghi e Totti.

Ciao

ps: ancora su Totti: ricordo che al Mondiale nippo-coreano fu ridicolo e che all'Europeo sputò in faccia a un avversario. Perché si dà sempre addosso a Del Piero, che ha vinto praticamente tutto (scudetti, Coppa Campioni, Intercontinentale, Uefa, etc...), e mai a Totti, che nella sua carriera non ha portato a casa più di uno scudetto e qualche cucchiaio?

Alexis said...

Del Piero con tutti i suoi scudetti (molti) moggeschi e dopati e le sue coppe (poche), ormai è un' oscenità ambulante che non doveva nemmeno essere convocata (molto meglio Tavano nel ruolo di seconda punta o Marchionni):inferiore ad un Totti a mezzo servizio come trequartista,penoso come esterno sinistro (non avendo più la gamba, cresciuta a forza di nandrolone e il fiato, potenziato a base di epo), nefasto e menagramo come seconda punta(finale euro-2000 docet).Visto lo stato fisico della squadra, simile a quello dell'Inghilterra, ottimo, checché se ne dica, lo schema tattico adottato da Lippi: possesso sterile (ho il sospetto che qualcuno qui lo consideri il vero scopo del gioco) lasciato agli avversari e tre occasioni clamorose nel primo tempo (molto più di quello che aveva fatto il Brasile nella prima frazione contro la compagine Aussie)...lo spettacolo cosa sarebbe, salva la Germania, i quattro goal del Brasile al derelitto Giappone? la qui dileggiata Australia gliene ha fatti tre in dieci minuti... le esibizioni circensi delle boriose Olanda e Argentina contro i poveracci della Serbia Montenegro? Certo però che questi maghi del pallone contro squadre serie, tipo Costa d'Avorio , pur vincendo hanno fatto magre figure e in seguito se ne sono andati a casa con le pive nel sacco o avrebbero meritato di farlo...ma siamo noi gli scippatori e i macellai
(malvagio Materazzi, espulso per non aver sbrancato una coscia ad un avversario o per non aver interrotto una chiara occasione da rete...)

PS: absit iniuria verbis, ma chi usa il termine scippo per designare l'esito della nostra partita e disprezza così l' Australia attuale, una formazione coriacea e difficilissima da affrontare in una competizione particolare come il campionato del mondo,ha visto ben poche partite di questo mondiale e/o non capisce niente di calcio...

Anonymous said...

stai zitto e comincia a avere un po di orgoglio di essere italiano!

herakleitos said...

Certo, certo: Del Piero è solo un tossico che ha vinto (e fatto 194 goal) perché c'era Moggi. Come ho fatto a non pensarlo. Ed è per questo che ha vinto sette scudetti, una Coppa Campioni, una Intercontinentale, una Supercoppa Europea, una Coppa Italia e quattro Supercoppe italiane. Ed è sempre per questo che ha 77 presenze con la Nazionale e 26 goal (contro le 55 e 9 goal di Totti). E Totti è quello che venne espulso sia in Corea che a Euro 2004.

Il punto, comunque, non è dare addosso a Totti, che è un forte giocatore. Se sta bene, è giusto che giochi. E' Del Piero il problema: non lo si può far giocare dove capita, giusto per non lasciarlo in panchina. Ha un suo ruolo, e lo deve ricoprire.

Saluti

Anonymous said...

Ma siete ciechi ? 11 contro 11 abbiamo dominato, nel primo tempo abbiamo avuto 5 palle goal, loro 1, scarsa, ed anche 10 contro 11 gli australiani non hanno mai tirato in porta. Siamo passati assolutamente con merito e Lippi è un bravissimo allenatore, soprattutto ama il calcio moderno. Va bene così.

Ciao Paolo :)

Astrolabio said...

alexis c'ha ragione.

"Del Piero è solo un tossico che ha vinto (e fatto 194 goal) perché c'era Moggi."

non solo perchè c'era moggi, ma anche perchè era un tossico.

"Ed è per questo che ha vinto sette scudetti"

fra un po' saranno cinque per gli juvenitni zero per tutti gli altri.

"E Totti è quello che venne espulso sia in Corea che a Euro 2004."

In compenso del piero ci ha fatot perdere la finale di euro 2000, mentre totti fu premiato come uomo del match, se c'ero io al posto di del piero vincevamo, in fondo quando ti danno palla solo davanti al portiere basta calciare.

Astrolabio said...

ma parlando di calcio, quant'è patetico Camillo ultimamente da 1 a 10?

herakleitos said...

Del Piero è uno dei massimi calciatori espressi recentemente dal nostro calcio. Totti è un potenziale campione che, per un motivo o l'altro, non è mai riuscito a esplodere. In Europa e nel mondo, per ora, ha sempre sfigurato. Del Piero, nei suoi anni d'oro, ha stupito l'Europa con alcuni goal ("alla Del Piero") in Champions, ha segnato il goal con cui la Juve ha vinto l'intercontinentale, e via dicendo. Ma deve sempre dimostrare qualcosa, perché ha fallito un goal facile nel 2000. Totti ha SEMPRE fallito in Nazionale, compreso questo Mondiale, dove è stato tra i peggiori in campo per tre partite di fila e ha avuto solo la fortuna,e la freddezza, di battere il rigore. Poi, se dovesse strafare e farci vincere i Mondiali, benissimo.

Su Del Piero tossico, ricordo che c'è una sentenza di assoluzione. Ma fate voi.

Saluti

Jetset (Defendit Numerus) said...

Purtroppo la differenza tra una formazione di campioni furbi, intelligenti, abili ed una di ciabattari brocchi, sfigati e buoni a nulla sta nella vittoria.

Poco importa all'italiano COME è ottenuto un successo, importa solo il risultato - dal calcio alla vita comune in cui la meritocrazia è soverchiata dalla furbizia. In questa Italia disarmante in cui si pensa all'orticello e si distruggono le scelte coraggiose, in cui si dice NO ad ogni riforma perché si deve ad ogni costo leccare il cittadino anche se esso è un delinquente, che vuoi pretendere ?

Il comportamento della nazionale in campo e degli italiani a strombazzare sulle macchine è l'esatto specchio della barbarie di un popolo in caduta libera.

Un popolo che ha solo il pallone nella scatola cranica e che non sa essere critico nemmeno in questo campo.

Astrolabio said...

@heracleitos: l'ultima volt ache delpiero è stato forte è stato credo nel 1998, 8 anni fa.

la sentenza di assoluzione mica dice che delpiero non è tossico, dice che era sommamente tossico (se per tossico intendiamo ad esempio una persona che si imbottisce di antidepressivi anche se non soffre di depressione)solo che quando si intossicava non era reato farlo.

herakleitos said...

Se non era considerato doping, non è dopato.
Tranne la stagione 2000/2001, negativa per Del Piero, gli ultimi anni sono stati tutt'altro che negativi:
- 2001/2002: 32 presenze, 16 goal;
- 2002/2003: 24 presenze, 16 goal;
- 2003/2004: 22 presenze, 8 goal;
- 2004/2005: 30 presenze, 14 goal.

Nelle coppe (esclusa la Coppa Italia):
- 2001/2002: 10 p, 4 g;
- 2002/2003: 13 p, 5 g;
- 2003/2004: 4 p., 3 g;
- 2004/2005: 10 p., 3 goal.

In campionato, nelle ultime quattro stagione, come vedi, Del Piero ha giocato 108 partite e ha segnato 54 goal. Uno ogni due partite.
Nelle stesse ultime quattro stagioni, Totti ha giocato 118 partite e ha segnato 58 goal.
A me pare si tratti di due eccellenti giocatori, che hanno sempre incontrato difficoltà in Nazionale, ma che meritino entrambi.

Saluti

Astrolabio said...

Io mica ho detto che era dopato, ho detto che è un tossico. E che ha fatto uso di sostanze chimico-farmacologiche per aumentare le sue prestazione.
Che sia reato o meno me ne sbatto, anzi, per me il reato di frode sportiva il carcere per doping è una puttanata, visto che dovrebbe essere una questione delle associazioni sportive.

Ma la mia morale non la detta la legge, per fortuna, e tantomeno le sentenze della magistratura. Quindi, detto questo, una squadra che si prende gli antidepressivi, farmaci per aumentare la produzione di testosterone, antidolorifici per sentire meno le botte e la fatica, è una squadra che fa schifo.

libero di pensare che svaligiare le farmacie sia una meravigliosa risorsa per lo sport.

herakleitos said...

Ovvio che no, caro Astrolabio. Ma sai meglio di me che la pratica di coniugare sport e farmacia non appartiene alla sola Juve. E' un vizio diffuso, nel calcio e in altri sport, fin dalla primavera. Il punto è che questo tipo di pratica, quando non coinvolge sostanze illegali, non costituisce illecito sportivo. E quindi vengono usate. O si riscrivono le regole, o fare la morale serve a poco.

Saluti