Pagine

Sunday, August 12, 2007

Università. I soliti confronti impietosi

Secondo la classifica stilata dall'Institute of Higher Education della Shangai Jiao Tong University, le università americane sono le migliori del mondo. Al primo posto si piazza la Harvard University, seguita dalle californiane Stanford e Berkley. Uniche intruse europee nella top ten sono le università inglesi di Cambridge e Oxford, rispettivamente quarta e decima. La prima asiatica in lista è l'Università di Tokyo, ventesima. Tra la posizione 102 e 150 si situano le prime italiane: la "Statale" di Milano, l'Università di Pisa, "La Sapienza" di Roma.

Ma come ci è capitato più volte di sottolineare, a questi dati, sull'eccellenza della ricerca e della didattica, vanno affiancati quelli del dinamismo, della mobilità sociale, delle opportunità e quindi dell'equità che i diversi sistemi universitari assicurano. Ebbene, le università americane e inglesi, rispetto a quelle italiane, garantiscono ai propri studenti primi stipendi enormemente più elevati. I costi anche alti sostenuti per le rette si rivelano dunque ottimi investimenti. Più elevata, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, è anche la possibilità che i ragazzi meno abbienti concludano i loro studi universitari e non si trovino a fare gli stessi lavori dei genitori.

2 comments:

offtopic said...

Jim ti segnalo un errore: la NORMALE di Pisa è tra il 305° ed il 401° posto mondiale.
Quella che segnali tu è proprio l'Univ.di Pisa.
Ciao.

JimMomo said...

Grazie, corretto.