Pagine

Monday, May 12, 2008

Alemanno, non solo taxi

Parole che fanno ben sperare, quelle pronunciate da Alemanno giovedì scorso. Mi aspettavo che facessero più rumore delle scontate polemiche sul fascismo e l'Ara Pacis.
«Abbiamo parlato a lungo con i rappresentanti delle pmi [piccole medie imprese] romane sull'ingerenza che l'holding Comune di Roma ha operato in questi anni nella realtà del mercato capitolino e la nostra intenzione è di elevare tutti i livelli di liberalizzazioni, in modo che il Comune possa concentrarsi nel suo core business, su quelli che sono i servizi pubblici e che, invece, le altre dimensioni di impresa siano effettivamente affidate alla concorrenza, al mercato».

2 comments:

NicPic said...

parole, per ora. giuducheremo i fatti, se ce ne saranno.

andremollica.blogspot.com said...

parole al vento. senti l'alemanno pensiero sulla PA

I fannulloni devono essere licenziati ma sono convinto che la gran parte di coloro che lavorano nella Pubblica amministrazione non siano fannulloni, ma solo una piccola minoranza che deve essere rimossa proprio a vantaggio dei lavoratori del pubblico impiego che sono in larga parte lavoratori che si impegnano e che speso, in carenza di mezzi e di incentivi reali fanno il massimo possibile’. Questa azione, secondo il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ’va certamente concordata con le parti sindacali. Ci deve essere massima attenzione per i diritti sindacali - ha precisato - ma io non credo che i sindacati vogliano difendere i fannulloni’

per la serie, non toccate i ministeriali che mi hanno fatto diventare sindaco...