Pagine

Friday, December 08, 2006

C'è poco da starsene tranquilli

Troppo vago l'ordine del giorno perché il fronte laico canti vittoria. E' comunque positivo che il Parlamento abbia impegnato il Governo e che il dibattito sulle unioni di fatto sia stato calendarizzato.

Diciamo che l'improvvisa accelerazione si deve soprattutto all'esigenza di non intralciare il percorso della Finanziaria al Senato. La norma sulle successioni contenuta nella Finanziaria, infatti, prevedendo pari diritti per i conviventi rischiava di far deflagrare la polemica sulle coppie di fatto prima del tempo, provocando spiacevoli contrattempi e ripercussioni sull'iter della legge di bilancio. Così è stata stralciata dal maxi-emendamento, e solo per questo motivo il Governo si è impegnato a occuparsi in un disegno di legge, da presentare entro il 31 gennaio del 2007, della questione delle unioni di fatto nel suo complesso. Che ci sia già un accordo sul come lo escluderei.
Nel frattempo, un mezzo successo per i digiunatori: con decreto Prodi ha nominato il nuovo Comitato di Bioetica.

Istintivamente diffido dei comitati etici, quindi non aspettatevi molte parole. Il presidente, Casavola, se non sbaglio dovrebbe rientrare nella categoria "cattolici adulti". Tra i pochi membri che conosco, persone sicuramente serie sono Elena Cattaneo, Gilberto Corbellini e Riccardo Di Segni.

Ma ieri è stata anche la giornata delle deludenti parole di Gianfranco Fini sul caso Welby:
«Welby è cosciente, non può chiedere di morire, chi assecondasse la sua volontà sarebbe un omicida... la vita non è nella disponibilità di un uomo».
Si finisce così che l'unico per il quale la vita umana è indisponibile è proprio l'individuo. E' nella disponibilità di Dio, per chi ci crede, dello Stato, di sicuro e per tutti, non dell'uomo che la sta vivendo.

A lungo si può discutere di testamento biologico, di tutori legali e casi in cui il paziente non è cosciente, come fu quello, tragico, di Terry Schiavo, ma la situazione di Piero Welby davvero non lascia alibi. Di fronte a una volontà liberamente e consapevolmente espressa, qui e ora, non c'è autorità superiore a quella del paziente che valga.

Ottima iniziativa, invece, da ben tredici deputati di Forza Italia: «Lo Stato non può sequestrare la volontà di un paziente».
(Benedetto Della Vedova, Margherita Boniver, Simone Baldelli, Battista Caligiuri, Giuseppe Cossiga, Enrico Costa, Stefania Craxi, Antonio Martino, Chiara Moroni, Mario Pepe, Sergio Pizzolante, Dario Rivolta, Paolo Romani).

All'incredibile editoriale dalla "doppia morale" di Ferrara, ha risposto Adriano Sofri, e non serve aggiungere nient'altro.

10 comments:

remember said...

Scusa l'offtopic, ma non c'è molto da starsene tranquilli neppure in Nigeria e quindi anche qui a casa nostra.
Se l'Occidente crede di potersi comportare impunemente come fa in Nigeria non ci si stupisca poi se Al Qaeda comincia a fare proselitismo anche da quelle parti.
Un tempo era l'ideologia comunista a conquistare il continente nero, adesso ci sono i fondamentalisti islamici da una parte e i Cinesi dall'altra che possono saldare i propri mezzi per egemonie politiche ed economiche in funzione antioccidentale. Ma sia chiaro che questo tipo di Occidente che sfrutta le risorse e distrugge gli habitat non è affatto meno colpevole e tragico destino per l'Africa.

Anonymous said...

Scusa, ma non capisco. Grillini si lamenta proprio della mancanza di equiparazione sulle successioni tra conviventi e coniugi.

periclitor said...

Ma io non ne faccio una sola questione giuridica,che di per sè è anche giusta,se le coppie di fatto esistono,ma il problema è la deriva che si rischia soprattutto con questo governo,mediocre.da un dito quì si finirà per prendere tutto il braccio,mi spiego se dovvessero esserci solo i pacs ma se ne potrebbe anche parlare,il problema è che c'è già chi parla di adozioni(abominevole solo parlarne)di Matrimoni come in altri paesi(aborrooroo) e via di questo passo.
ognuno fa come vuole,se un giorno Caruso diventasse sindaco di AViano metterebbe a ferro e fuoco la Caserma degli USA per farci una serra di cannabis,se Farina diventasse sindaco di milano occuperebbe il pirellone per farci la nuova sede del leoncavallo.........il problema è la fiducia che possiamop riporre in questo(e anche a destra per il verso contrario)a questo esecutivo,e io per non rischiare voterei no

Yoshi said...

periclitor, attento a non uscire senza la canottiera della salute, sai mai che sia un inizio di nudismo, attento!

(comunque per le adozioni per i gay non ci vedo nulla di male, in altri paesi sono possibili e i bambini non si sono trasformati in serial killer)

periclitor said...

yohsi la prima parte non la considero nemmeno è degna di una cultura da film di Natale dei Vanzina.....
sulla seconda,vedo che sei poco e male informato,perchè se leggessi qualsiasi scritto sul tema di pediatri e medici ti renderesti conto che parlano di grandi possibilità di disturbi,di confsione e varia altre partologie(lo dicono medici non salumieri,con tutto il rispetto).
da quanto sono in vigore queste leggi negli atlri paesi lo sai???in spagna da meno di 1 anno,e fai che il primo ad adottarlo l'abbia fatto 1 giorno dopo mi spieghi come possa presentare patologie un bimbo di fai anche 1anno e mezzo????

stefano said...

Periclitor, certo che per essere una "destragiovane" (anzi: ggiovane), assomiglia tantissimo a una destra vecchia - anzi, rancida.
E, mi raccomando: ha ragione Yoshi, copriti bene, perché in caso contrario potrebbe essere l'inizio di una slippery slope che porta al nudismo e poi a chissà che altro.
(Ah! Bisognava impedire anche alle coppie miste - intendo miste bianchi e neri, non miste uomini-donne - di adottare? I loro figli, in minoranza, chissà di quali turbe potevano soffrire!)

periclitor said...

Rispostone tutte a tema,mhà beata ignoranza!
per chi ha un bricilo di cervello e vuole argomentare e non scrivere cose senza senso nel link trovate anche alcuni motivi per cui la proposta grillini non è ricevibile.
Cioè avere idee diverse vuol dire essere "vecchi" pensarla come voi essere "giovani" un'idea democratica direi eheheh
Inoltre la tua ipotesi è così sciocca(quì siamo alla cultura degli Osburne,hai superato anche yoshi)puoi provare a farmi passare per razzista quanto vuoi,ma risulterai solo banale e stupido,la famiglia naturale non ha colore,un bambino deve poter avere padre e madre.
il parere ribadisco è medico(pediatrico per essere precisi)se non lo conosci non è colpa mia,un pò di studio invece di perdere tempo nello scrivere pedanti sciocchezze non ti farebbe male!

stefano said...

Periclitor, prima di dare dell'ignorante ad altri: impara l'uso dell'ortografia. Citare "pediatri" senza dire quali - a meno che non sia il tuo pediatra di famiglia - è non dire assolutamente nulla.
E mi raccomando la maglietta della salute, eh!

periclitor said...

ortografia,sempre + ridicolo,siamo su un blog non in un dettato in classe(elementari giudacando i tuoi testi)sono dozzine,basta prenderne uno a caso sull'argomento,il mio pediatra di famiglia comunque visto che è medico,vale + della tua idea(che nessuno conosce perchè non l'hai,o non sai,scriverla)ora se vuoi parlare dell'argomento bene,se no torna a leggererti il corriere dei piccoli,che io non ho tempo da perdere con te!!!
poi sinceramente per come hai scritto tu l'ultimo commento dire a me impara l'uso dell'ortografia è abbastanza ridicolo,ma da uno che invece di parlare del tema attacca le persone,non mi aspetto molto di +
buona giornata bimbo!

Anonymous said...

personalmente, ampie libertà per tutti.

anche nei gusti sessuali.

sì alle coppie omo, libertà anche in regime giuridico-fiscale.

non servirebbe nemmeno una legge tanto speciale; basterebbe ricorrere alla disciplina del matrimonio civile, aprendo una postilla nel merito...e per apporla, la postilla, dico, basterebbe una sola seduta di una qualsiasi commissione, anche la più sfigata...

o l'ennesimo ( centomilionesimo??? ) emendamento governativo.

l'unico NO irremovibile, è per l'adozione.

vanno bene i gusti sessuali che si evolvono con la crescita, anche quando si tramutano in...vizi&vizietti, belli e goderecci; figuriamoci, sono il primo io a dichiararsi vizioso, smoderato e politicamente scorretto.

ma inculcare in una creatura innocente e dalla psiche che non può dirsi solo plasmabile, di più...inculcarvi un approccio all'altro sesso che NECESSARIAMENTE, trattandosi di coppie gay, sarebbe tendente alla vocazione non-etero...mi sembra proprio una forzatura...

perché è vero che ciascuno è il frutto del suo ambiente...si viene segnati per sempre, al di là della natura delle cose e finanche del libero arbitrio, pure in campo sessuale.

se io avessi avuto o due babbi o due mamme, difficilmente sarei etero...

voi no?!?

dai, su...diciamola tutta e veritiera...la "normalità", chiamiamola così, anche se io preferisco definirla..."naturalità"...è che un maschio ed una femmina si incontrano, si piacciono, trombano alla grande con fare recidivo e dopo...se si è (s)fortunati...nasce un piccolo essere che puzza, vomita, piange come un ossesso, così tanto da tenerti sveglio ogni santa notte...e che è pure un ricettacolo di microbi patogeni...in una parola, nasce un figlio e tutti sono contenti, la nonna, la zia, i genitori che finalmente si sono riprodotti assicurandosi la discendenza...e con loro tutto il genere umano che in tal guisa, in funzione della riproduzione sessuata dei due di prima, appesterà il pianeta terra fino a quando non si sa...bella la rima, no?!? poi, dopo maschi e femmine che si accoppiano alla grande, in macchina, sul divano, in ascensore, sul terrazzo del condominio...viene tutto il resto...vizi& vizietti, l'omosessualità innata come pure quella scientemente coltivata, compresa quella sperimentata per semplice curiosità...e perché no, via libera alla bisessualità, al bondage, al fetish e chi ne ha più ne metta.

uhm...già mi sto arrapando...personalmente, mi piace mordere e tirare belle scoppole sulle chiappe. sul sesso, dunque, purché si sia adulti e consenzienti, massima libertà.

sui figli un poco meno.

ma è l'unica contrizione di quello che poi, nonostante le vestali che si stracciano le vesti per lesa maestà, in verità non è un diritto...piuttosto è un vezzo che si vuole assecondare a tutti i costi.

siete una coppia gay? volete fare del bene ad una creatura? abbandonate vezzi e capricci e dedicatevi all'adozione a distanza.

50 euro al mese ed un bimbo del burkina-faso mangia due volte al giorno, si veste dignitosamente, si cura e può perfino frequentare la scuola. e col resto mangia tutta la famiglia, almeno 14 persone...tra vecchi e bambini.

altro che cazzi...



ciao.


io ero tzunami...