Pagine

Friday, December 15, 2006

Natura è cultura

«C'è da chiedersi perché la Chiesa italiana e il Vaticano stiano assumendo una posizione tanto intransigente e irragionevole e con toni tanto risentiti... Certamente al primo posto, al fondo, c'è una distorsione teologica a proposito del concetto di "natura", da cui discende come corollario un modello unico idealizzato di "famiglia naturale" quale si è codificata storicamente nella tradizione. Soprattutto da questa convinzione discende il sospetto diffamatorio di immoralità per ogni diversa concezione dei rapporti interpersonali...»
Gian Enrico Rusconi (La Stampa, 13 dicembre)

4 comments:

remember said...

Macchè! Il motivo è solo la conservazione del potere.
E chi controlla la vita (sottraendola all'individuo) e la morte (espropriandola all'individuo) e la sessualità (irregimentandola negli schemi), controlla ed ha il potere su tutto.
Gli uomini vengono considerati irresponsabili e cattivi e perciò vanno espropriati della propria libertà. Tutto qua.
Se passa la libertà di morire sarà difficile negare altre libertà, comprese quelle economiche e non ci sarà statalismo selvaggio che tenga.
Chi capisce l'ha capito e lo teme.

adriano said...

d'accordissimo con remember
caspita mi succede raramente su questo blog!

Anonymous said...

Le religioni e chi le amministra esistono per esorcizzare la paura della morte e creare la speranza per una vita ultraterrena.
Se l' uomo riuscisse ad elaborare serenamente l' approccio con la morte,le religioni non avrebbero piu' motivo di esistere. Penso che i venditori di speranze li avremo fino a quando esisterà la morte....ergo !?

Anonymous said...

«C'è da chiedersi perché la Chiesa italiana e il Vaticano stiano assumendo una posizione tanto intransigente e irragionevole e con toni tanto risentiti...>>

a altro...

bah, il sig. rusconi sarà pure accreditato...ma le cazzate ho imparato a riconoscerle!

ma insomma, il vaticano fa il vaticano ed il papa...predica.

che volete che facciano?

ma dai...

che dire, per fortuna che viviamo - ancora - in un paese libero, dove tutti possono dire - e scrivere - quello che vogliono, papa e rusconi compresi...

per quello che mi riguarda, diffido sempre dai liberali...che sono tali solo per loro.

veri nemici dell'umanità.

quasi come i comunisti.

ahò, il papa di cazzate ne dice ma taluni...ne scrivono!!!

avesse avuto ragione ...flaiano?

...oggi i cretini, sono pieni di idee.


ciao.


io ero tzunami