Pagine

Friday, December 01, 2006

Chi paga?

Delle due l'una, tertium non datur: o un onesto cittadino è stato perseguitato da giudici illegittimi, o un mascalzone l'ha fatta franca grazie a dei giudici incompetenti. In ogni caso, gli unici colpevoli certi sono i magistrati della Procura di Milano, e su tutti l'ex capo Borrelli, che hanno sperperato denaro pubblico che, ha stabilito la Cassazione, avrebbe dovuto essere un'altra procura a spendere. Un'irregolarità che l'imputato, Cesare Previti, aveva lamentato fin dall'inizio dell'inchiesta, oltre dieci anni fa. E magari, se qualcuno gli avesse riconosciuto ragione un po' prima, oggi non ci troveremmo dinanzi all'ennesima prescrizione, ma a un verdetto, di condanna o di assoluzione, ma valido.

Se i fatti del processo chiamato Sme-Ariosto non potranno più essere accertati, la responsabilità è da addebitare totalmente alle irregolarità commesse dalla Procura di Milano. Ma qualcuno pagherà mai, per il danno arrecato alla giustizia e per il denaro pubblico sprecato?

7 comments:

PA said...

Da dei giudici incompetenti non puoi aspettarti altro che cassate..

monarchico said...

spero di sbagliare, ma vedendo quello che succede in questa repubblica so già che saranno gli italiani a pagare i danni.

Quando mai è successo l'opposto?
C'è mai stato qualche responsabile (politico, dirigente ...) che ha pagato i danni degli sprechi che creato ?
E gli sprechi avvengono quotidianamente !

In questa repubblica il denaro pubblico significa denaro di altri da sfruttare ai propri interessi, dimenticando completamente il bene dell'Italia.

saluti
monarchico

Andrea&Serena said...

Basta ragazzi, mi inserisco con dello spam. Scusa Jim!, ma tantissimo vorrei le risposte di tutti a questo quesito: http://squareplaza.blogspot.com/2006/12/morire-oggi.html
Detto questo,
saluti a tutti!

Mithrandir said...

Totalmente d'accordo! Linko.

Anonymous said...

c'era una volta un referendum sulla responsabilità dei giudici...

amen.


ciao.

io ero tzunami...

Uio said...

saints words.
Peccato che nessuno di loro pagherà per questo, anzi molti hanno fatto carriera..
Gran bel sistema. Meritocrazia erga omnes, insomma.

Anonymous said...

ma è mai possibile che si possa contestare la competenza territoriale di una procura dopo 12 anni e due sentenze ? non sarebbe più logico contestarla, anche in cassazione, solo all'inizio del procedimento e poi accettare le decisioni delle corti? tanto paghiamo noi...che vergogna....

ciao Paolo