Pagine

Thursday, April 26, 2007

Bertinotti presidente anticostituzionale

Il referendum sulla legge elettorale «rende un cattivo servizio alla democrazia. Una buona democrazia si basa sulle istituzioni e sugli strumenti di partecipazione democratica come i partiti. Il referendum mette in discussione queste due realtà».

Parole del presidente della Camera, Fausto Bertinotti. E' già di per sé grave che una carica istituzionale intervenga come avversario esplicito e aggressivo di una iniziativa politica, ma che il suo si trasformi in un attacco all'istituto stesso del referendum, costituzionalmente previsto, è davvero inammissibile.

Considerando antidemocratica una delle due schede previste dalla Costituzione per garantire l'esercizio diretto della sovranità popolare ai cittadini italiani, Bertinotti esprime un carattere eversivo e anticostituzionale, che dovrebbe essere subito denunciato come tale dal presidente della Repubblica e dal presidente del Senato, rimasti purtroppo chiusi nel silenzio dei loro palazzi, e che comunque lo rende indegno della carica che ricopre.

Ci tocca assistere, inoltre, a un dibattito politico in cui con sconcertante naturalezza si danno per scontate pressioni politiche sui giudici costituzionali e addirittura si fa affidamento su una prassi di decisioni politiche da parte della Corte.

Sorprende che siccome il referendum non è il suo, uno come Pannella, che della legalità costituzionale ha fatto la bussola della sua vita politica, non trovi il modo e il tempo di fiatare.

6 comments:

Marco Valerio said...

Ci sono i blogger che pensano solo a Capezzone, da qualche mese abbiamo quelli che attaccano solo Pannella.

Che "rupture"!

Valerio

JimMomo said...

E ci sono pure molti avvocati d'ufficio, per la verità molto scarsini.

Che su questo blog poi si "attacchi" solo Pannella, be', è assurdità che si commenta da sé. Se è per questo la lista degli "attacchi" (attacchi? Diomio che parolone per un piccolo e inoffensivo blog) è molto, molto lunga.

Ma forse è meglio l'indifferenza?

offtopic said...

forse il libbberale valerio preferisce stendere un velo pietoso o mettere all'indice, da vero libbberale radicale, gli eretici che osano criticare sommessamente il grande guru?

Anonymous said...

bertinotti, un altro guru inattaccabile... guai a fischiarlo!!!

Redazione said...

Valerio, il punto è un altro: Pannella ha aperto bocca, sì o no? Degli attacchi, reali o presunti, di JimMomo me ne frega poco, m'interessa sapere che abbia detto Pannella

Marco Valerio said...

diotuo, lo puoi dire bene. su questo blog uno nomina il "realismo" e gli si attacca una pippa sulla democratizzazione...pure se non c'entra nulla! ed ora, diomio, non si dica "attacchi". ;)

si dica pure "fare le pulci", se può far sentire meglio, confermo il fatto che a volte questo "fare le pulci" a senso unico a Pannella (o a Capezzone, in altri lidi) mi fa dire "che rupture". poi è vero, c'è la libertà di lettura, ma da lettore mi posso lamentare, o no? =)

(Non so in cosa mi sia eretto ad avvocato d'ufficio, spero me lo vorrai dire). cia!