Pagine

Tuesday, May 29, 2007

Spese annunciate...

Due notizie che ci aspettavamo. Mentre il Nord le suona al governo delle tasse, della spesa e delle burocrazie, nella notte - approfittando dell'attenzione mediatica spostata sui risultati elettorali - viene trovato l'accordo sul contratto degli statali, identico a quello annunciato da Nicolais giorni fa, e poi frettolosamente smentito da Prodi. Il Governo sborserà i 101 euro al mese, compresi gli arretrati per il 2007, chiesti dai Sindacati, che in cambio hanno accettato l'introduzione in via sperimentale della durata triennale dei contratti a partire dal periodo 2008-2010. O meglio, «le parti si impegnano a concludere entro il 31 dicembre 2007 un accordo inteso a prevedere...» eccetera eccetera. Non suonano bene le parole di Epifani, che sulla sperimentazione della triennalità del contratto ha spiegato che al momento si tratta di una «unicità» [?].

Il Governo stacca gli assegni, ma a pagare siamo noi.

2 comments:

woody said...

Jim, perdonami l'OT, ti leggo da tanto su Tocqueville e ti stimo, mi piacerebbe sapere cosa pensi della risposta di Daniele Capezzone a Marco Pannella, pubblicata anche su Radicali.it. Il mio apprezzamento per Daniele cresce a dismisura. Grazie ciao, woody.

Domiziano Galia said...

In un momento in cui il precariato è sovrano per i giovani dare 100 euro al mese in più agli statali è proprio lodevole. Sì, lodevole.
Poi il tesoretto alle famiglie numerose, tipo 5 figli, che se fai 5 figli se già non te ne puoi permettere uno vuol dire che sei un irresponsabile del cazzo e un'altra parte ai pensionati che hanno una vita per fare i propri conti.
Eh, che bel governo. Non che l'altro sia minimente diverso poi, alla prova dei fatti.