Pagine

Tuesday, October 02, 2007

Ctrl+C Ctrl+V

Vi ricordate il caso Daw-Diego Galli? Il responsabile di RadioRadicale.it inviò una diffida legale al blog Daw per non aver citato (anzi, per aver citato in ritardo e non nel modo richiesto) la fonte da cui aveva preso le immagini con le quali aveva realizzato e messo in rete il video satirico "Casa Pannella".

Ebbene, l'altra sera capitando sul sito RadioRadicale.it alla ricerca di un convegno mi imbatto in un approfondimento su "Iraq libero". Toh, l'argomento mi interessa e apro la pagina. Inizio a leggere e le frasi mi suonano familiari. Infatti, mi accorgo che il testo è quasi interamente il copia incolla, parola-per-parola, di un articolo da me scritto per la rivista Diritto e Libertà (n° 9, "Armi di attrazione di massa", marzo 2004). Il mio lavoro di ricostruzione e analisi dell'iniziativa "Iraq libero" (dunque non la mera registrazione video di un evento) viene oggi utilizzato da RadioRadicale.it senza citare né la fonte né l'autore. Neanche fosse soggetto alle famose licenze Creative Commons. A scanso di equivoci, non intendo naturalmente procedere a diffide e, se me l'avessero chiesto (il numero del mio interno ce l'hanno), gli avrei dato senz'altro l'ok.

Ecco alcuni dei passaggi interamente copiati: a pagina 138, pagina 139, pagina 142, pagina 145, pagina 146, pagina 152, pagina 154. Confrontateli voi stessi con l'approfondimento on line.

L'amanuense digitale dovrebbe essere ferrato sull'argomento, ma non ha ritenuto di dover fare nemmeno lo sforzo di cambiare le frasi, di sostituire qualche parola.

Meno grave, ma altrettanto indicativo, il fatto che la maggior parte dei dati e dei documenti messi a disposizione nella pagina provengano da un mio vecchio speciale su "Iraq libero" (del dicembre 2003), che sul sito nuovo non è più disponibile.

E' chiaro che di questo lavoro possono fare ciò che vogliono, perché lo realizzai lavorando al sito, ma quanta fatica sprecata! Oggi che il tema è per loro tornato di attualità hanno preferito non ritirare fuori il mio vecchio speciale, una ricostruzione dettagliata di ben 20 schede, che all'epoca ebbe riscontri positivi. Insomma, il lavoro era già fatto e pronto.

Così, l'effetto un po' antipatico è che in rete l'unica ricostruzione dell'iniziativa "Iraq libero" è l'approfondimento attuale - con il testo redatto da me utilizzato senza citarmi - mentre è scomparso lo speciale di quasi 20 schede che avevo realizzato anni fa. In realtà, ho scoperto che sebbene non compaia nei risultati della ricerca di google, tuttavia ci si può ancora accedere, ma in un modo un po' complicato. Questa è (o era) la pagina principale, tanto per farvi un'idea del "piano dell'opera". Alle pagine interne si accede modificando i singoli indirizzi, aggiungeno -5 dopo il wwww.

4 comments:

Lia said...

E un loro vecchio vizio:

http://www.ilcircolo.net/lia/000604.php

http://www.ilcircolo.net/lia/000607.php

Paolo said...

Strano che dei tre articoli citati da Diego Galli ad Haramlik per dimostrare che a Radioradicale.it si indica sempre link e titolo del blog, non ce ne sia nemmeno uno a sua firma e che siano invece tutti firmati da un'unica redattrice che peraltro, a quanto mi risulta, non lavora nemmeno più lì.

mildareveno said...

"è scomparso lo speciale di quasi 20 schede che avevo realizzato anni fa".

Penso che i link alle pagine interne non funzionino più non per un fatto intenzionale ma per via della riforma del sito. Potresti chiedere o di rimettere il "-5" in quei link o di spostare il loro contenuto all'indirizzo senza "-5". E' un peccato che chi, magari attraverso google, capita in quella pagina, non possa accedere al resto.

mildareveno said...

Mi era sfuggito che google non rintraccia la pagina. In ogni caso i link interni andrebbero ripristinati.