Pagine

Monday, October 15, 2007

Ormai Prodi parla a 16 giri

Molti di voi avranno visto i primi commenti televisivi al voto di domenica. SkyTg24, Raiuno, Roma Uno. Su tutti questi canali Veltroni era accompagnato da Prodi, che indossava una giacca color cacchetta. Ebbene, non so a voi, ma a me Prodi ha davvero impressionato.

La voce biascicante più del solito, quasi come un disco suonato a 16 giri; il tono sommesso, quasi rassegnato, nonostante stesse commentando un buon risultato di affluenza per il Pd; gli occhi socchiusi, ridotti a due fessure; il capo abbassato e le guance ancora più pendenti, da cane bastonato. Un po' insonnolito, come un vecchio che si addormenta mentre gli parli.

Un'immagine talmente depressa che il giornalista di Roma Uno si è sentito in dovere di chiosare qualcosa del genere: "Il presidente del Consiglio, evidentemente provato dalla lunga giornata...".

Dopo un solo anno Prodi risulta tremendamente invecchiato, quasi come Berlusconi in cinque anni. Il suo è il volto della disfatta e del fallimento, molto più eloquente di qualsiasi editoriale. Uno straccio.

2 comments:

Anonymous said...

Beh... anche D'Alema, nonostante la prosopopea ed i baffetti da sparviero è tutto imbiancato, così come Rutelli, che si è pure ingobbito.
E Fassino?
Come lo vedi Fassino?
Riesci ancora a vederlo?

Quelli che stanno meglio sono: Bertinotti, anche se non c'ha più l'acchiappo di una volta; Mastella, che da "omo de panza" è uguale a se stesso da anni; Calderoli, che continua a divertirsi un mondo;
e Bonaiuti, l'abilissimo fiorentino.

Io Lo Dico said...

Anch'io ho notato che l'aspetto di Prodi era particolarmente cadente. Il potere soporifero del suddetto, invece, in questi giorni è potentissimo e ancora più devastante del normale.