Pagine

Monday, October 15, 2007

Quelli che non hanno vinto il Nobel per la Pace

Camillo ci segnala un emblematico editoriale del Wall Street Journal, dedicato a tutti quelli che quest'anno non hanno vinto il premio Nobel per la Pace, ma, forse, avrebbero avuto le carte un po' più in regola di Al Gore: i monaci buddisti birmani; Morgan Tsvangirai, Arthur Mutambara e gli altri leader dell'opposizione nello Zimbabwe; Padre Nguyen Van Ly, incarcerato in Vietnam, e molti altri, tra cui Garry Kasparov e i presidenti di Ucraina e Georgia, Viktor Yushchenko e Mikhail Saakashvili, che cercano di resistere alla politica autoritaria di Putin, gli egiziani Saad Eddin Ibrahim e Ayman Nour e, ancora, il popolo iracheno, i blogger cinesi, o i libanesi vittime della strategia del terrore della Siria.

2 comments:

Anonymous said...

Ma quando i pannelliani si fan belli delle firme di più di 100 premi Nobel... si rendono conto della tipologia di firmatari che li appoggiano?

adriano said...

diciamo che dopo l'oscar, l'establishment ha dato al bambolone anche il nobel, così ha fatto l'en plein...
mi sarei aspettato almeno i monaci birmani... ma se l'hanno dato a dario fo per la letteratura potevano darlo pure al bambolone su, tanto ormai è diventato un premio da operetta