Pagine

Wednesday, July 09, 2008

Veltroni e il Pd si creano da soli i propri fantasmi

E quelli dell'altra sera, a Piazza Navona, sarebbero i veri oppositori di cui il Pd dovrebbe temere la concorrenza? Quelli che in 15mila l'unica cosa che saranno riusciti a infiammare sono i consensi di Berlusconi nei sondaggi? Prima della manifestazione di quell'Armata Brancaleone di sfascisti e macchiette, pensavo anch'io poverino Veltroni, stretto nella morsa tra Berlusconi e Di Pietro, alla ricerca disperata di un equilibrio impossibile tra un'opposizione troppo dialogante e una troppo massimalista, costretto a rincorrere l'ex pm per il ruolo di vero oppositore. E invece, non è così. Altro che poverini, Veltroni e compagni sono imbarazzanti. Mi chiedo come sia possibile che con la loro lunga esperienza politica non si siano ancora resi conto che è solo un fuoco di paglia, un fenomeno da baraccone, cui solo una politica e un mondo dell'informazione fuori dalla realtà, e un Pd ancora preda dei fantasmi del passato, possono attribuire tanta importanza e visibilità.

Veltroni dovrebbe lasciarli sfogare, ignorarli, e cominciare a preoccuparsi di dare al Pd la linea innovativa che aveva annunciato ormai quasi un anno fa, quando ne prese in mano le redini. Senza timori reverenziali nei confronti di quella suburra senza né arte né parte che si sente la parte migliore del Paese ma che produce solo schiamazzi da osteria e non è in grado né di portare voti (tanto meno gente in piazza senza l'aiuto di partiti e sindacati), né di sottrarli a chicchessia. Cosa aspetta Veltroni a mandare al diavolo gli "intellettuali" più irrilevanti d'Europa? Vogliamo davvero paragonare Eco, Camilleri e Ovadia, Pancho Pardi e Flores d'Arcais, ai Glucksmann, ai Bernard-Henri Levy, ai Max Gallo o ai Finkielkraut, in quanto a spessore di riflessione politica? Cosa aspetta a denunciare come reazionari Di Pietro e i Girotondi, le battute noiose di Grillo e la Guzzanti, ormai caricature di se stessi? Come possono i loro istinti e la loro vera e propria ignoranza democratica far parte di una sinistra moderna, europea, di governo? Cosa aspetta a rompere immediatamente qualsiasi rapporto, a farli cadere nel dimenticatoio, e almeno all'opposizione, a darsi il coraggio di andare davvero "da solo"?

17 comments:

adriano said...

Noto con rammarico che quando si dice la verità, come quella, ad esempio, sacrosata spiattellata dalla Guzzati contro quella controfigura di Jessicarabbit della Carfagna si tende a sminuire, svilire, e irridere... tanto perché così la gente ci passa sopra

E no caro mio, stavolta l'affondo c'è stato, pesante e indelebile. E non passerà così inosservato. Berlusconi mette al potere le sue marchette. Questo è. Che tra l'altro, dopo aver smarchettato per bene, si permettono pure di fare le moraliste contro i gay. E siccome la stessa pratica la adotta il PD, marchette a go go nei posti chiave, ecco che lo yankee del loft alla carbonara si dissocia, pippi pippi, oddio oddio che hanno detto...

Hanno detto la verità, la strega Carfagna ingurgita e si becca lo scranno (in senso metaforico) ministeriale. Che schifo, l'idea di succhiarlo a Berlusocni mi farebbe diventare etero all'istante

Anonymous said...

adrià...a invidiosa!!!!!!!!

hanno detto la verità su una cazzata che non solo è tale ma...pure non esiste!

ma fate i seri...

almeno...fate qualcosa!

p.s.: il "coso"...meglio succhiarlo che romperlo con le minchiate.

ma forse...trattandosi sempre di...minchia, appunto...qualche attinenza c'è!!!...

che i tabloids siano con te.

e anche micromega...

scusa jim...ma questo è il metro di misura "dialettico" che si deve adottare...


ciao.
io ero tzunami

adriano said...

A Tzuni sei la solita zitutto, ma ti pare che co tutti i figaccioni che mi passano per il... io possa essere nvidiosa di una poretta che succhia un cosetto a quel mostro del Nano...
Sei tu na poraccia nvidiosa

Soprattutto vi state un po' stranendo perché avete capito che quello che vi pare non lo potete fare... sarete si al governo, ma la gente non è più instupidita, Internet ci ha svegliati, grazie a Dio... e vi teniamo d'occhio, molto attentamente...

e poi certo che il coso è meglio succhiarlo, ma deve valerne... la pena

Anonymous said...

internet?

vi ha svegliati???

manco le cannonate...

ci tenete d'occhio???

brrrrr...ho già i brividi.

il mio consiglio?

meno internet e più...occhiali?!?

o-cul-istica in libertà.

pazza!!!

pazza navona?

ciao.

io ero tzunami...

MANDRIANO said...

Tanto casino per la Carfagna ! La somarella Guzzanti avrebbe potuto partire dalle origini dei rapporti sesso & potere con Nilde Iotti, che fu fatta deputata certo non per qualità politiche, ma di letto dal Migliore puttaniere e moralista come tutti i comunisti.La Carfagna almeno è bona, evidentemente la Guzzanti ha provato una solidarietà per la ex donna di Togliatti, fra tracagnotte è comprensibile.
Poveraccia la Guzzanti, ormai non se la fila proprio nessuno,è solo un catenaccio livoroso costretta ad alzare i toni sempre più. Mesi fa aveva insultato il popolo italiano reo di non comprendere la sua alta satira, è un caso umano,patetica, ma avrà fatto il DAMS ? O forse manco quello , lettere e filosofia, come ogni rivoluzionario immaginario e fallito di sinstra.
Bella anche la Ravera, il suo nuovo lifting ( lo stesso chirurgo plastico di Dacia Maraini ?)le ha ringiovanito il profilo equino, ma le idee sono le solite rimasticature sesantottine.
E' brutto invecchiare male...

mandriano said...

"i banchieri come Fiorani derubano le vecchiette e poi vanno a ballare da Lele Mora !!!"
Ecco un esempio dell'alto pensiero della Guzzanti. Volete rifondare la sinistra a partire da questi grandi pensatori ? Auguri, ne avete bisogno. Purtroppo la sempliciotta non ci ha spiegato il motivo del rialzo del petrolio e delle commodities, sarebbe stata
interessante una sua pennellata di geopolitica.

mandriano said...

Guzzanti come saltimbanca è alla canna del gas, comprensibile che inizi un anno prima la rincorsa alle europee 2009 in cerca di uno stipendio stile Santoro. Dopo il labour party ecco il livor party !

mandriano said...

Veltroni non può dare alcuna linea. Accogliendo dentro il PD un figuro come Di Pietro si è inoculato il virus dell'AIDS, è destinato a morire. Aveva un'occasione più unica che rara, fare fuori la sinistra estrema e anche l'arruffapopolo frequentatore di garconnieres, invece ha estromesso i socialisti e imbarcato l'ex poliziotto con tutti i suoi tangheri. Adesso è giusto che paghi l'errore fino in fondo, anche se l'ammucchiata alla tedesca di D'Alema è un ennesimo ritorno al passato. La verità sulla classe dirigente degli ex PCI,PDS,DS l'ha detta Andrea Romano nel suo " Compagni di scuola ".
Di Pietro, che si atteggia ad anti-casta ma è in politica ufficialmente dal 1996 ( do-di-ci anni), è stato creato da loro apprendisti stregoni nel laboratorio del Mugello. Adesso è tardi, ma una legge con sbarramento alto alle europee 2009darebbe al molisano una bella mazzata.

mandriano said...

"E no caro mio, stavolta l'affondo c'è stato, pesante e indelebile. E non passerà così inosservato."

Assolutamente d'accordo, infatti è già partita la querela, il conto lo paga papà Guzzanti con i soldi di Paolo Berlusconi ?

Anonymous said...

Ma Veltroni ce la farà ad allearsi con Caltagirone prima di D'Alema?

Adriano said...

UUhhhh sai che spavento la querela della Reginetta dei prodotti ittici, oggi seduta sulle dis-pari opportunità...

Il livore io lo noto nei vostri commenti da poveretti illividiti da anni di underground politico culturale, non vi dò torto, Il PD, Il Partiro Della cultura, ha certamente fatto il vuoto, un vuoto osceno dietro di sé.

Nessuno difende la Guzzanti né quel peripatetico del cinefilo, ma certe cose, che sono la Verità sacrosanta, fanno male, e infatti anche Il PD, che del Sistema è untore, è andato su tutte le furie, ottimo esempio quello di Nilde Iotti, per quanto riguarda la sinistra potrei citartene tanti altri: uno attuale, la moglie di Fassino, che non credo stia lì per particolari meriti politici.

Voi liberals italici però siete così purtroppo, ed è il vostro limite castrante, con la perenne mentalità da parvenu frustrato che non lo fanno entrare nel loft... suvvia smettetela. Altrimenti dico a Silvio di farvi un ministero dell'Amore retto un mese a turno dalle coppie De Filippi/Busi... Vianello/Mondaini...

Viva L'Itaglia!!!!

Tzunami... attenta che ti assalgo da dietro...

Fede cacchio ma perché non togli questa word verification????

Anonymous said...

adrià...ti piacerebbe, eh???

birichina...

e se mi giro all'improvviso???

ciao.

io ero tzunami

mandriano said...

mentre il nostro amico adriano continua ad inseguire il vessillo idiota della Guzzanti ( potrei capire un Flores D'Arcais, quello delira, ma almeno è una persona intelligente, o forse è troppo intelligente per lo squadrista quadratico medio di Piazza San Giovanni) segnalo un articolo di Curzio Maltese -Curzo Maltese, non Filippo Facci- su Repubblica di oggi, l'ennesima giravolta della sinistra dei republicones scalfariani.
E' il marketing, bellezza ! E ce ne eravamo accorti !


http://dagospia.excite.it/articolo_index_41959.html

altrimenti lo trovate su Dagospia

Adriano said...

Mandriano sai dov'è il tuo posto no?
omen nomen
Non aggiungo altro

Tzuni se ti giri... ti assalgo uguale :-)))

mandriano said...

dulcis in fundo, ecco il parere di Mattia Stella, il presentatore della kermesse antiberlusconiana, antiPD, antitutto... si conferma il quadro clinico di una cialtroncella psicotica e parecchio viziata, tanto megalomane quanto intellettualmente ed artisticamente mediocre

riporto da Riformista di oggi 10 luglio 2008



«PURTROPPO
HA RAGIONE IL PREMIER»


«Ancora non ci credo, non posso credere a quello che ho sentito. Andava tutto bene fino al discorso fascistoide di quella lì. Che squallore orribile... Mi sa che purtroppo ha ragione Berlusconi: certa gente è monnezza. Ha capito? Mon-nez-za». Mattia Stella, il ragazzo biondino che ha presentato la manifestazione di piazza ...

Tommaso Labate
10/07/2008

mandriano said...

MEGLIO MANDRIANO CHE ADRIANO, devo proprio spiegarti tutto ? ah ah ah ! che tontolone che sei, degno tanghero del bagaglino di sinistra di Pietro e C.

adriano said...

No Mandriano non ho capito perché sei meglio di Adriano, me lo spieghi?
e comunque io il nome non me lo sono scelto, me l'hanno dato i miei, tu sì... te lo sei scelto...

applausi

Senti ma come mai vi infastidisce tanto che si dica che quella pescivendola alle pari opportunità succhi gli affari del mostro nanoide?
per caso è perché hanno svelato d'un colpo solo su cosa si fondano le vostre solide basi di cultura liberale? o in cosa consisterebbe la vostra pseudo società liberale, liberista, riformista e bla bla bla... bla bla bla, bla bla bla...

ma perché non vi fate una sana scopata?