Pagine

Monday, June 25, 2007

Appuntamento all'Independence Day

Non «l'ennesimo partitino», ma un network. Capezzone annuncia il lancio per il 4 luglio, data simbolica dell'Indipendence Day americano. L'idea è di sostenere «dieci obiettivi» di riforma liberale ispirati a «tre parole: competere, meritare, trasformare» e di mettersi sul mercato politico.

Un progetto aperto a tutti: ceti produttivi, politici, associazioni, think tank, semplici cittadini. A tutti i liberali che non si rassegnano al disastro di una vecchia politica che non molla la presa, travolgendo e trascinando con sé inesorabilmente destre e sinistre, perfino le esperienze liberali più radicate (come quella radicale italiana), e hanno voglia e idee per provarci ancora, per tentare un nuovo inizio.

Il metodo sembra quello radicale: «Abbiamo intenzione di far partire un'Opa, una offerta pubblica di alleanza: chi vorrà stare con noi, dovrà accettare i punti che proporremo». Il network sarà strutturato per «via territoriale, per via tematica e per via telematica».

Una sfida ai poli, dunque, che «in quattro legislature non hanno saputo fare uno straccio di riforma».

«Se non facessi nulla, dovrei iscrivermi alla categoria dei complici e degli ignavi».
Ci state?

5 comments:

red said...

OF COURSE (nel doppio significato inglese e italiano!).

Ma si deve mettere per iscritto che non verrà mai ricercata alcuna alleanza con i marxisti (rifondati, ex, neo, post, ecc...)

Yoshi said...

indEpendence cribbio! :)

Joe Tempesta said...

Ci spero dallo scorso novembre...

JimMomo said...

Hai ragione Yoshi! L'ho pigramente copiato dall'articolo di Paola Di Caro ed ecco cosa è successo ;-))

ciao

salvio said...

Yes... ;))