Pagine

Tuesday, February 13, 2007

Promemoria: ci siamo bevuti molta propaganda

Secondo dati preliminari diffusi dall'Istat, nel 2006 il Pil italiano sarebbe cresciuto del 2%. La più significativa ripresa economica dal '99. Ci vuole solo la faccia tosta di Prodi per commentare: «La sferzata all'economia è premiata», come se la Finanziaria 2007 potesse aver inciso sul Pil del 2006! Bah...

Dobbiamo anzi ammettere, e questo blog non è esentato, che in campagna elettorale ci siamo bevuti molta propaganda e l'abbiamo - almeno inconsapevolmente per quanto mi riguarda - alimentata. Ma gli errori si ammettono e se ne fa tesoro. D'altra parte, siamo in buona compagnia. Si lasciò trarre in inganno dalla vulgata corrente anche Emma Bonino, di solito concretamente e avidamente attaccata ai fatti: «Presidente! Lei ci lascia un paese fermo!», ebbe a dire in un confronto televisivo.

Anche secondo stime più prudenti la crescita del Pil nel 2006 si attesterebbe tra l'1,7 e l'1,8%. E' noto - lo stesso Governo Prodi l'ha comunicato - che nelle casse dello Stato ci sono 37 miliardi di euro di maggiori entrate fiscali. Il rapporto deficit/Pil è ben al di sotto della soglia del 3% (tra 2,6% e 2,8%).

Non c'erano, dunque, i conti allo sfascio, non più di come li aveva lasciati il precedente governo, non c'era un paese «fermo», «seduto». Erano delle esagerazioni, diciamocelo, almeno per nostro promemoria. O, meglio, il nostro paese continua a essere sostanzialmente «fermo», ma ciò non dipende dalle politiche fatte dal centrodestra, semmai da quelle non fatte sia dal centrodestra che dal centrosinistra.

E' vero, il Governo Berlusconi non ha abbassato le tasse come promesso (ma almeno non le ha alzate), non ha fatto liberalizzazioni se non una, parziale, del mercato del lavoro, la spesa pubblica è tornata a impennarsi sperperando quasi tutto l'avanzo primario, ma bisogna riconoscere che quanto meno non ha ostacolato quella timida ripresa in corso, e che le cifre che più venivano sbandierate in campagna elettorale come dimostrazione del suo fallimento si sono rivelate infondate. Quanto a questo Governo, vedremo i dati alla fine dell'anno.

Forse è il caso di rivedere espressioni come «il capace di tutto» e i «buoni a nulla». Che non sia vero il contrario?

15 comments:

Anonymous said...

Ben svegliato, Jim.

Anonymous said...

La propaganda fa parte della politica.
Segnalo comunque l'apertura di un nuovo blog, una rassegna stampa liberale, liberista, libertaria.
stampaeregime.splinder.com

Anonymous said...

mah, bisognerebbe metterci in mezzo nella finanziaria del 2006 sia la cartolarizzazione selvaggia, sia lo svuotamento delle casse per gli investimenti (chiedere all'anas e alle ferrovie ad esempio).

perchè se la spesa è cresciuta (ed è cresciuta) bisognerebbe logicamente chiedersi come sta il rapporto deficit/pil, anche come prospettiva di crescita.

non è stata fatta una riforma che una in 5 anni.
la legge 30? senza alcun ammortizzatore sociale rimane solo un taglio degli stipendi ed il blocco delle assunzioni nel pubblico impiego, ospedalieri e ricercatori inclusi.

un bel pò di domande sulla professionalità di tremonti sono da farsi eccome

Anonymous said...

beh, quanto alla propaganda...in questo caso è con rinnovata forza che si deve dare atto che la sinistra italiana...finalmente può dirsi veramente unita!!!

da fassino...passando per rutelli...giungendo - infine - a ferrando...la propaganda è una sola. una voce per tutti...tutti i suoi maestri, ovviamente cattivi anche in questa loro attitudine!!!

nel merito...innanzi tutto devo dire che dal novero dei professionisti della propaganda strillata, questa volta tolgo ( parzialmente ) la bonino...perché è vero che il nostro paese era un poco fermo.

la bonino, però - ed è per questa dimenticanza che ricade pure lei...per una piccola percentuale...nel novero degli strilloni di turno -...anche lei dimentica che dall'undici settembre duemilauno...tutti i motori del pianeta terra...specialmente quelli della zona europea...si sono praticamente fermati!

e non si tirino in ballo le minime percetuali di "crescita" ( o di sopravvivenza??? ) del nostro continente come pure le altissime altre...che in vero, sono imputabili a paesi dove praticamente regna lo "schiavismo"...anche istituzionalizzato.

chiedete a prodi che se ne sta pacioccone in india...da dove commenta pure...invece di porgere questa domanda al governo che lo ospita:<< ma se io vi monto la fabbrichetta in india, nel rajastan per esempio...mica poi ci mettete a lavorare dentro i...bambini? >>

no perché in una certa cava di pietra, pare che gli indiani...

bah...propaganda esotica.

rimane che dalle nostre parti...tutti i motori hanno "grippato"...come quelli dei vespini 50...con sotto il 90 pinasco e la frizione a denti dritti....crrrrrssssssshhhhhhhh...hanno fatto e giù rumore di ferraglia...vesparoli, ve lo ricordate come suona?

e questo, come la vespa 50, è un dato storico, aldilà di qualsiasi retorica.

ancora più nel merito della propaganda nostrana...di quei famosi 37,2 miliardi di maggiori entrate, solo 7,5 derivano da operazioni "una tantum" mentre le altre hanno avuto carattere organico e strutturale.

e così ppprodi e compagnia bella, dopo aver sbagliato ( ma solo propagandisticamente... ) i conti, si ritrovano con un bel malloppo in mano da poter spendere in futuro... nella prossima finanziaria...per far credere ancor di più che sono "tanto ma tanto bravi".

stanno lavorando per noi.


ciao.

io ero tzunami...

Abr said...

Chapeau.
Nel mezzo di anonimi portatori più o meno sani di propaganda - un conto è farla, un conto è arrivare a crederci - ti distingui.
ciao, Abr

Anonymous said...

tzunà, e quali sarebbero i cambiamenti organici-strutturali fatti dal cdx?

oltre il trapianto di capelli intendo

Anonymous said...

abr, io a uno che ha creduto nel nuovo miracolo italiano come te, cosa dovrei rispondere? suca?

sarei un maleducato, non trovi?

remember said...

Completamente d'accordo.

E pure io ho bevuto parecchio. Per questo sono incazzato... soprattutto con me stesso.

Anonymous said...

anonimo, scusa...ma che vuoi un elenco didascalico?

posso darti qualche spunto sulle risorse per gli enti locali...sempre che la sinistra non li smonti prima...sul mercato del lavoro...se la sinistra non lo smonta definitivamente...sul diritto societario...sempre che la sinistra non lo smonti a sua volta...su qualche agevolazione fiscale per l'innovazione e la competitività delle imprese italiane...magari quelle che prodi medesimo, ieri spendeva in cina ed oggi in india...e sempre se la sinistra non le smonti addirittura prima che il genio n° 1 rientri in italia, turbante e moglie compresi.

beh anonimo,...se devo stare al tuo giochetto...allora fammelo tu 'sto benedetto elenco delle "riforme" prodiane che stanno salvando l'italia!!!

in soli 10 mesi...di niente??????????????

oltre ad un salasso..."finanziario".

p.s.: ti ricordo che << chi lo ha visto >> va in onda su rai tre...il lunedi sera, credo.

ma credimi, va già in onda...è già nei palinsesti!

siamo tutti in attesa del tuo elenco ( ma va bene anche solo io... ).


ciao.


io ero tzunami...

peppo said...

Caro Jimmomo... se vai ad analizzare i dati, ti accorgi di come la meccanica, nel 2006, abbia avuto un balzo di oltre il 20%.

Questo significa che il nostro +2%
è anche opera di una fatto straordinario (nel senso di non ripetitivo) e cioè il risanamento della Fiat.

In un paese dove il 65% delle piccole aziende fa il 'terzista' cioè campa fornendo semilavorati alla grande industria, l'ipotesi Leghista e Tremontiana di supportare i 'cummenda' padani, a discapito della grande industria, è stato un tentativo di "suicidio economico".

Che poi questi pagliacci si prendano meriti che non hanno...
vabbè... in Italia ci sta questo e altro.

L'Italia è cresciuta del 2% per tre semplici fattori: perchè la congiuntura internazionale è stata migliore del previsto, perchè la locomotiva tedesca è ripartita e noi da 50 anni andiamo a ruota, perchè abbiamo avuto buone nuove sulla grande industria nazionale.

Prodi e Berlusconi non c'entrano una pippa.

Se diamo loro dei meriti... è come bere propaganda.

Un merito possiamo però darlo a Berlusconi e cioè quello che gli ha attribuito l'economista Vaciago: negli anni della CdL essere ricchi e arricchirsi non è
più stato qualcosa di cui vergognarsi.

Saluti. Peppo.

Anonymous said...

se posso permettemi un appunto al discorso del signor Peppo, che condivido nella maggior parte, credo sia da ascrivere a merito del governo berlusconi l'aver negato a FIAT le varie sovvenzioni indirette, quali la cassa integrazione guadagni, più volte da quest'ultima richieste.
In tal modo l'azienda è stata costretta a trovare in sé le risorse per il rilancio vero; rilancio di cui oggi noi beneficiamo.
Pertanto, in forza dell'antico adagio che recita: "non dare il pesce all'affamato ma insegnagli a pescare", ritengo che anche la ripresa di fiat sia da ascrivere, seppure indirettamente e parzialmente, all'opera di berlusconi.
P.s. L.C.d.M. non ha perdonato la negazione delle risorse richieste, schierando il potenziale politico, mediatico e finanziario di cui dispone contro il precedente governo, contribuendo così a generare la disinformazione di cui stiamo discutendo.
p.p.s. uno dei primi interventi del governo prodi è stata l'introduzione di bonus rottamazione per veicoli (ritenuti) non ecologici, l'aggravio del bollo per quelli (ritenuti) inquinanti...
raf

Anonymous said...

risorse agli enti locali, tzunà? ma devo ridere subito o faccio fina di nulla e rimango serio?

una maggior entrata nelle casse dello stato secondo te cosa vuol dire?
e, soprattutto, con una maggior spesa?

c'è da domandarselo, perchè è vero quello che dice peppo, ma è vero anche che sono le tasse a rimpinguare le casse statali.

imputare un cambio di passo dell'economia alla finanziaria 2005 o a quella del 2007 è una scemenza.
c'è stata solo più gente che ha pagato le tasse, punto.

perchè la spesa non l'ha tagliata il berlusca, anzi, e manco prodi.

quel che è stato fatto in 5 anni è solo stato una reidistribuzione della ricchezza solo a favore di alcuni, allargando la forbice tra lavoratori dipendenti e autonomi.

Abr said...

anonimo, che tu sia maleducato, oltre che lievemente e lietamente prono alla propaganda, è tutto e solo un problema tuo che poco mi appassiona.
Sarei un maleducato se ti dicessi, cuccccùuuu? Dopotutto, non è mai troppo tardi ...
ciao, Abr

Anonymous said...

ma senti questo...
ciccio, fin quando non rispondi argomentando fai solo sorridere.

poi ricordati, ed è un grande insegnamento che ti dò, che se insulti gratuitamente quello che potrai rievere sarà semplicemente lo stesso.

perciò suca ciccio

Anonymous said...

anonimo...quando la finisci di bisticciare con abr...che sto ancora aspettando il tuo elenco delle meraviglie!!!

come sempre...mi tocca darti un aiutino...

nonostante gli strilloni filogovernativi, con la finanziaria 2007-fumonegliocchi...verrà tolto il tetto del 2,6% alla possibilità di fare "investimenti"...ma solo perché le consulenze esterne costano ed è meglio avere un tetto del 12,50...sono poi previsti 600 milioni in meno di "tagli" rispetto ai 4,4 miliardi previsti, praticamente...niente.

con la finanziaria 2007, inoltre, non sono state previste le risorse necessarie per i rinnovi dei contratti del pubblico impiego per il biennio economico 2006-07 e questo, anche se alcune sigle sindacali importanti...chissà quali...per non far torto al governo donascimiento...si sono dichiarate felicemente entusiaste di ciò...e hanno pure sbandierato alcune cifre, esigue, che in realtà sono tanto scarse da non riuscire a colmare il reale aumento del costo della vita che verrà...grazie alla sinistra al governo!

per l'anno 2006, infatti, nella finanziaria sono previsti aumenti contrattuali di 15 euro lordi mensili, aggiungendo per il 2007 altri 26 euro lordi e stanziando 2.180.000 euro per il 2008 che comporterà complessivamente a regime ( ma solo dopo tre anni ), aumenti contrattuali di solo 90 euro lordi mensili in media.

e tu pensi che con questi colpi di genio...si riuscirà a coprire l'inflazione programmata? e questo, anche a fronte della circostanza che è stato aumentato il prelievo previdenziale dello 0,3%, e, tanto per gradire...non sono state aumentate le tanto sbandierate risorse per il contratto integrativo aziendale.

è chiaro che così...non si aiuta proprio lo stato periferico...

ti ricordo, all'uopo, che nel biennio economico 2004-05 ( rinnovato pure nella passata legislatura ) gli aumenti contrattuali medi sono stati di 103 euro e che dal punto di vista degli interventi strutturali, le risorse destinate agli enti locali hanno comportato un incremento di 151 milioni di euro ( finanziaria 2003 ) e di
180 milioni ( finanziaria 2004 ) del fondo per gli enti locali. hanno comportato un incremento di 60 milioni di euro del fondo nazionale per gli
investimenti ( finanziaria 2003 ) e l'attribuzione di 25mila euro per ogni ente ( finanziaria 2003 ), come pure lo stanziamento di 50
milioni di euro ( finanziaria 2004 ) per i comuni sotto i 3000
abitanti.

20 milioni di euro sono stati stanziati per le unioni di comuni ( finanziaria 2003 ), con l'aggiunta di altri 20 per quelle unioni di comuni che hanno effettivamente
attivato l’esercizio associato di servizi ( finanziaria 2004 ).

un incremento di 25 milioni di euro è stato pure attribuito ai fondi per le comunità
montane ( finanziaria 2003 ).

questo è quanto.

certo, poi è arrivato quel genio di prodi che bluff su bluff, in 10 mesi di niiiiiiiiiiiieeente...ci sta salvando tutti!!!

poveri noi.

smettila di litigà e se lo trovi...pubblica l'elenco che già ti ho chiesto più di una volta.

...chi lo ha visto...



ciao.


io ero tzunami...