Pagine

Thursday, September 27, 2007

Gli ultimi - e i soli - kamikaze di Prodi

Marco Pannella invita il Governo a «mettere subito al centro della discussione le norme, che non conosciamo, di attuazione del protocollo sul welfare». «Noi - dice, riferendosi credo anche ai deputati radicali e al ministro Bonino - siamo soddisfatti di quell'intesa, ma abbiamo detto che l'accettiamo se resta come è stata presentata. Ora vogliamo sapere di più di quelle norme di attuazione».

Qualcuno avverta Pannella che per riequilibrare una bilancia che pende da un lato, quello della sinistra massimalista e comunista, bisogna mettersi sul piatto opposto, non accomodarsi in mezzo.

I deputati radicali dovrebbero augurarsi che il governo cada prima che arrivi alla Camera il pacchetto sul welfare con la controriforma delle pensioni, perché se poi lo votassero non c'è pdl per l'innalzamento dell'età pensionabile che regga, avrebbero perso quel poco di faccia che gli è rimasta. Dovrebbero spiegarci, infatti, per quale altra ragione, se non la sopravvivenza di Prodi, avrebbero dovuto votare a favore dell'abbassamento dell'età pensionabile da 60 a 58 anni nel 2008 pagata con i contributi dei giovani lavoratori precari.

E proprio oggi, dopo aver inavvertitamente causato il passo falso del governo alla Camera con un emendamento assai discutibile, Beltrandi ha assicurato il voto della Rosa nel Pugno a un provvedimento sulla sicurezza stradale che definire poliziesco è dire poco. Il ministro Bianchi pretende di rendere le strade più sicure con un mero inasprimento delle pene, quindi a costo zero, piuttosto che con maggiori controlli, visto che siamo gli ultimi in Europa.

2 comments:

Anonymous said...

se il governo cade, e cmq cadrà per evitare il referendum, niente rimborsi elettorali per Pannella e co.

Ed ancora si parla di politica radicale....!!!
Ma mi faccia il piacere!!!

La Tv della Libertà said...

Gentile autore,

ti comunichiamo che il tuo post, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è segnalato nella homepage della Tv della Libertà, all'interno della sezione dedicata alla blogosfera.

Il fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, soprattutto sugli argomenti che saranno oggetto delle nostre inchieste.

Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail a questo indirizzo chiedendo la rimozione del tuo post. Provvederemo immediatamente.

Distinti saluti,

La Redazione-web della Tv della Libertà.
web@latvdellaliberta.it