Pagine

Friday, March 16, 2007

Week end liberticida

Sogni d'oroQuesto Stato ci mette a letto e ci canta la ninna-nanna

Questo week end si apre con una sconfitta su più fronti per la libertà individuale nel nostro paese. Ben quattro brutti colpi assestati tra ieri e oggi alla vita quotidiana e alle abitudini di milioni di cittadini.

Stretta sugli alcolici in discoteca; vietato il porno in tv in qualsiasi fascia oraria; il maldestro aggiramento della legge Fini-Giovanardi sulla droga da parte della Turco che fallisce miseramente (inutile girarci intorno: vanno abolite sia la Fini-Giovanardi sia la Iervolino-Vassalli); ancora più grave, l'Autorità garante per la privacy interviene (ovviamente solo dopo il coinvolgimento del primo politico in «vallettopoli») con un provvedimento che limita la libertà d'espressione e d'informazione, a mio avviso dal chiaro profilo anticostituzionale. I personaggi pubblici, e ancor più i politici, hanno un ridottissimo diritto alla privacy.

Fin troppo facile prendersela con l'ipocrisia e il moralismo tutti italiani. E' chiaro che se Sircana va o no con i trans sono affari suoi. Non sono le sue abitudini sessuali d'interesse pubblico, lo è sapere se un portavoce del governo, o un ministro, si fa ricattare o è ricattabile, per qualsiasi motivo. In questo caso sono "stracazzi" anche nostri, che abbiamo tutto il diritto ad essere informati su come, sotto quali pressioni (lecite o illecite), la nostra classe politica agisce e prende le decisioni.

Comunque, fossi un cantante rock non dormirei tranquillo. Altro che esportazione della democrazia, qui trionfa l'import/export del modello talebano.

6 comments:

Ismael said...

Difficile darti torto. La settimana prossima affronterò anch'io il tema, seppure su basi non-radicali. Le conclusioni però somiglieranno alle tue, e pure molto.

Anonymous said...

c'è un'ondata di "moralizzazione" che mette i brividi.

e lasciateci peccare...


ciao.


io ero tzunami...

simolatrottola said...

D'accordo su tutto anche se poi per quanto riguarda il patto fra proprietari di locali notturni e la Melandrina la cosa fa più ridere che altro: come possano i barman distinguere i ragazzi che dovrebbero "restare a secco " perchè guidatori designati rimane un mistero (a meno che non decidano di tatuargli la lettera scarlatta A come analcolico sulla fronte). Insomma, come sempre le misure proibizioniste oltre che essere inefficaci sono inapplicabili. Sul porno in tv ho idea che economicamente sarà una bella mazzata per i bilanci delle tv locali, che fra televendite e promo di hotline raccimolano la quasi totalità dei loro introiti. Probabilmente venderanno materassi e set di coltelli ninja anche alle 3 di notte...

Anonymous said...

ma L'Unità le foto di Berlusconi fermo di notte a chiaccherare con dei trans l'avrebbe pubblicata ? mi piacerebbe una risposta nel merito di Furio Colombo ...La domanda corretta è se quelle foto possono essere scattate, se la risposta è sì di cosa stiamo parlando ?

adriano said...

Be' del resto si ispirano al Patriot Act, un po' all'amatriciana però la direzione è quella. Nel senso, loro ci arrivano tutto a un tratto inscenando un colpo di stato come l'11 settembre mascherato da attentato terroristico, noi, alla dittatura neonazista del Capitale morente, ci arriviamo a piccoli passettini, fra un fronzolo di subrette vespaiata, una leccatina frocia di piedi a Mora (che schifo ma li avete visti la coppietta di donnicciole Mora-Corona sdraiate sul divano a cincibellare?) e le immancabili solenni sculacciate di sua Eminens!!!

Anonymous said...

Però, come sono cambiate le carte in tavola... ora che è Berlusconi a farsela sul lettone di putin i liBBBerali de noartri dicono l'esatto contrario di quanto sostenuto nel 2007...

perché non ne sono sorpreso?