Pagine

Wednesday, March 28, 2007

Ora Casini è in mezzo al guado

Pier Ferdinando CasiniNon sorprende che alla prima, striminzita, fortunosa vittoria, ci si butti nelle fontane a festeggiare e si ricorra a gestacci nei confronti dell'avversario. In questo la politica, e la stampa, non sono migliori del calcio. Il fuoco di fila dei giornali di oggi sul centrodestra, anzi su Berlusconi e Fini, usciti battuti dal voto di ieri in Senato, è sospetto. Ma la notizia è davvero che l'opposizione venga battuta dalla maggioranza?

Subito un po' di numeri. Il decreto sulle missioni è passato con 180 voti favorevoli: sottraendo i venti senatori dell'Udc, Iannuzzi di Forza Italia e Follini, eletti con i voti degli elettori che hanno espresso la loro fiducia alla CdL guidata da Berlusconi, siamo a 158. Esattamente il quorum ieri necessario per l'approvazione, ma di molto inferiore ai due voti di fiducia superati da Prodi (165 a inizio legislatura; 162 dopo la prima crisi): un minimo storico per il governo. Sottraendo dai 158 i quattro senatori a vita che hanno votato ieri scendiamo a 154. L'autosufficienza (non degli eletti, ma compresi i senatori a vita) aggrappata a due assenti, tra cui Cossiga, ricoverato.

La CdL obiettivamente non esiste più. Si è sfaldata ancora prima della maggioranza, che però non deve illudersi. «Mai una maggioranza diversa da quella uscita dalle urne», ripetevano. Eppure quella maggioranza politica oggi non c'è più. Un rospo che la sinistra neocomunista ha dovuto ingoiare semplicemente per rimanere al potere ed esorcizzare la rivincita di Berlusconi. E' stata sostituita dalle "maggioranze variabili". Ripeto: non che il nostro sistema non lo permetta, ma su temi fondamentali, costitutivi l'azione di governo, quali la politica estera, dev'essere chiaro il patto politico, la maggioranza, da cui trae legittimità l'esecutivo.

Inoltre, se si votasse domani Berlusconi e Fini vincerebbero senza l'Udc. E l'Udc, in mezzo al guado, quasi scomparirebbe. Lo sa bene Casini, tanto che il suo sostegno alla maggioranza - gratis (senza neanche un simbolico ordine del giorno) e con lo smacco di non essere risultato neanche così indispensabile da poter fare la mossa di chiedere le dimissioni di Prodi - non è dettato da alcuno spirito di responsabilità quanto piuttosto da quello di sopravvivenza.

L'Udc non può permettersi elezioni anticipate, dalle quali, punita dai propri elettori, uscirebbe con le ossa rotte, ma neanche un governo di larghe intese, per il quale interlocutore obbligato del centrosinistra sarebbe Berlusconi. Dunque, tenersi Prodi, debole e logorato è meglio, anche se peggio per il paese, e sganciarsi da Berlusconi. In attesa che Ds e Margherita si convicano per il sistema elettorale tedesco e che qualcuno di là la smetta di pensare al Partito democratico e costituisca un centro moderato, da cui chiunque volesse governare dovrebbe passare.

Nel merito, altro che atto di responsabilità verso il paese e i nostri militari. Alla luce degli ultimi sviluppi in Afghanistan il decreto approvato risulta del tutto inadeguato sia rispetto ai nostri obblighi nei confronti della Nato, sia al ruolo internazionale che dovrebbe giocare il nostro paese, sia alla sicurezza delle truppe impegnate. E Dio non voglia che chi ha votato questo decreto si trovi un domani a dover rispondere di un "incidente" in cui si trovassero mal equipaggiate.

Adesso il gioco dell'Udc è scoperto e certo nessun bombardamento mediatico riuscirà a far passare di fronte all'opinione pubblica Berlusconi e Fini come ostili alla missione in Afghanistan o addirittura anti-Nato e anti-americani. Indubbiamente su questo piano hanno le spalle più che coperte.

12 comments:

Anonymous said...

Cosa dire? Mi tocca quotare il tuo post al 100% e Dio sa, ma pure tu, quanto mi costi farlo.
Faccio di più: te lo aggrego perfino sull'odiato Sorvegliato Speciale, giusto per significarti quanto sia perfettamente d'accordo su ogni parola che hai scritto.
Da avversario di sempre su moltissime questioni che ci dividono, ma libero come sempre e come sai, spero che ti faccia piacere. Oggi hai scritto un bel post e chissà se mai più capiterà che te lo dica.
;-)Un saluto, Il Sorvegliato Speciale

Anonymous said...

uhmm...che dire se non che i para, meta, post, neo, simil, ex democristiani...praticamente i centristi in generale...mi fanno sempre più schifo dei comunisti in genere.

casini poi...quando con quelle labbrone fa...il culetto di gallina!!!

nemmeno baffino quando si atteggia...è così antipatico.

centristi...bah...a calci nel culo, li prenderei.

uninominale secco!

ciao.

io ero tzunami...

marco taradash said...

Perfetto.

Anonymous said...

scusate...volevo aggiungere, nel merito...che quel grosso pezzo di merda di casini vuole/vorrebbe fare l'inciucio con rutelli, altro centrista del cazzo e pezzo di merda pure lui.

come sempre, perdonatemi le volgarità che però...non sono gratuite!

inoltre, aggiungo ancora che non sta scritto da nessuna parte che l'opposizione debba essere compatta nella sua azione politica, specialmente per quella con la p minuscola...come è stata quella di casini pierqualcosa in occasione del suo "distinguo" di ieri.

o c'è qualcuno - con del sale in zucca - che veramente può credere che casini...ha fatto quel che ha fatto ( ma che ha fatto???...solo tanta cacca democristiana )...per << salvare l'onore dei nostri soldati >>?????????????

se esiste...'sto qualcuno, già cojone e credulone...allora vuol dire che ha dei seri problemi psichiatrici...o forse...è solo un diversamente stronzo.

ariperdono...


ciao.


io ero tzunami...

GS said...

Concordo. Bel post.
Ti invito a dare un'occhiata ad Orizzonte Liberale, che oggi posta proprio sullo stesso argomento.

http://orizzonteliberale.blogosfere.it/2007/03/casini-ce-o-ci-fa.html

Un saluto

GS

GS said...

Concordo con JimMomo.
Aggiungo che questo e' solo l'inizio... benvenuti nella stagione delle "maggioranze variabili"...

Ti invito a dare un'occhiata anche ad Orizzonte Liberale, che oggi posta sullo stesso argomento.

http://orizzonteliberale.blogosfere.it/2007/03/casini-ce-o-ci-fa.html

Un saluto

GS

Davide said...

Io non credo che Berlusconi e Fini vincerebbero senza Udc...anzi, creco he l'Udc sia al momento largamente sopra il 10%, e vedo Casini sempre più lanciato come futuro premier.

Anonymous said...

il miglior commento alla giornata del senato di ieri l'ha dato ostellino ad otto e mezzo di ieri sera nel suo primo desolato intervento.

d'altronde che non ci siano prospettive liberali nè speranze lo dimostrano le liberalizzazioni del csx che tutto sono tranne che deregulations, e dall'altra parte le pompose dichiarazioni dei parlamentari del cdx che si vantano, criticando le lenzuolate altrui, di aver promulgato piùì di mille nuove leggi e norme....

Bruno Leoni, where are you?

rob said...

A mio avviso il giudizio su Casini è troppo severo. Parlo di quello del post, aturalmente, ché quello del commento taradashiano mi ha troppo divertito per indurmi a prenderne le distanze ...

Tra l'altro, quando parli di "sopravvivenza" non dimenticare che, come a scritto Angelo Panebianco nel suo magnifico malloppone politologico, che è proprio quella cosa lì ciò che tutti gli apparati partitici di questo mondo perseguono ossessivamente dal principio dei tempi.

Ad ogni modo, a me sembra che il vero sconfitto di questa storia sia Prodi. Non capisco--forse sono zuccone--perché quelli di cdx si arrabbino tanto. Per non parlare di quelli di csx che esultano: qui siamo veramente fuori dalla grazia di Dio. Non argomento qui per ragioni di spazio, comunque ci ho scritto un post. Saluti

Anonymous said...

Parafrasando il titolo è ovvio che se si vuole guadare un fiume a un certo momento ci si trovi in mezzo al guado, l'importante è arrivare dall'altra parte. A Casini va riconosciuto il coraggio di una scelta scomoda e rischiosa, al di la del fatto di essere o meno d'accordo con lui.
Giancarlo

Davide said...

Credo che quella di Casini sia l'unica scelta possibile.
Da democristiano, ha fiutato il cadavere di Berlusconi, e semplicemente, ne prenderà il posto alle prossime elezioni, fra 4 anni (o 3, ma comunque non a breve).
E se vuole prenderne il posto, si deve dissociare, chiaramente e in modo forte, con coraggio.
La sua è un'abile strategia politica, ovviamente, sarebbe coraggioso se non facesse così, ma sta facendo una cosa talmente ovvia, e assolutamente in discesa.

rob said...

Sì, buona notte, ovviamente era: "come ha scritto." Tastiera Microsoft: o pesti i tasti come Hulk o ti saltano le lettere ...