Pagine

Wednesday, January 10, 2007

Non si era detto, almeno loro, di combatterli?

D'Alema è stato il più netto a condannare, ieri le operazioni americane contro Al Qaeda in Somalia, «operazioni unilaterali che potrebbero innescare nuove tensioni in un'area già caratterizzata da forte instabilità».

Il Governo italiano è contro l'intervento etiope, è contro le operazioni mirate degli elicotteri, degli AC-130 e dei commando americani. Invoca, insieme all'Ue franco-belga, una soluzione «politica», un negoziato al cui tavolo dovrebbero sedere anche le Corti islamiche. E' bene intendersi sulla posizione che sta sostenendo il ministro degli Esteri D'Alema: propone di dialogare con Al Qaeda, di trattare con i talebani somali.

Che si sia contro la guerra in Iraq e la dottrina Bush passi, ma non si era d'accordo, per lo meno, nel combatterli i terroristi?

15 comments:

Nicola R said...

Bisogna dare atto a D'Alema di rispecchiare perfettamente quello che è il "sentimento comune" emergente dalla stampa italiana.
Vi posso riportare quello che pubblica l'Unione Sarda, quotidiano regionale che, a dispetto del nome, dovrebbe tendere verso il centrodestra.
Ecco, il titolo della notizia è. "Raid americano: morti MOLTI civili". Dentro si legge (in un pezzo non firmato, come sempre per la pagina degli Esteri) "Dopo la fuga del'98, gli USA tornano in Somalia con un raid aereo che FORSE ha provocato vittime tra le file di Al Qaeda, DI SICURO tra i civili". Poi ancora "SAREBBERO stati colpiti gli autori degli attentati alle ambasciate ma di certo SONO morti un numero imprecisato di civili".
Capito? Dal pezzo si evince chiaramente (a leggerlo tutto) che non si hanno fonti certe, nè sul numero delle vittime, nè sulla "qualità" delle stesse. Ma il giornale riporta che i morti civili sono certi, mentre quelli di Al Qaeda sarebbero, forse, alcuni, ma in fondo emerge una sorta d'ironia, come a voler dire che gli USA hanno bombardato per divertirsi un pò.
Insomma, per chiudere il cerchio: se il tenore degli articoli di stampa è questo, come stupirsi se un politico scafato come D'Halem (noto in certe circostanze come Dalai Lema) cavalca l'onda?
Per il resto, Federico, hai ragione tu, ma mi sa che, per usare un luogo comune, non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.

remember said...

Ma di che ti meravigli? ;-)

Nel nostro Paese, a Milano, si processano gli 007 americani e si liberano i "resistenti" iracheni.
Si insegue la politica estera della Francia ed i suoi modelli elettorali.
Ed il Monte dei Paschi dei DS finanzia tramite la sua Fondazione la moschea di Colle Val d'Elsa (SI).
Moschea da ben 600 posti sebbene a Colle non ci siano più di 40 famiglie musulmane e dietro si dice che ci siano i Fratelli Musulmani...

D'altronde è lo stesso per la mitizzazione di Castro e Chavez ed il silenzio assordante per i lavoratori cinesi, ecc ecc ecc

Anonymous said...

premessa: scusate la/le volgarità...

ciò premesso...che dire?

questo: d'ale-mah è una enorme testa di cazzo.

emerita.

e adesso...che mi quereli pure.

per le generalità, rivolgersi in questo angolo di web.

te le do, d'ale-mah...te le do...

il problema, in italia, non è che non c'è "libertà"...è che mancano gli uomini liberi!!!

w il patrocinio di stato...

quanto al sentimento comune...ma allora hanno ragione le mosche...che quotidianamente si posano sulla merda...per assaporarla...


ciao.

io ero tzunami...

adriano said...

Gli assassini americani, travestiti da giustizieri, hanno colpito ancora. Hanno colpito per vendetta, poveretti. Ancora si ricordano del'98 e di quando vi fa l'attentato alla loro ambasciata (ancora gli scotta la triste ferita del'93, quando se ne andaraono da lì con la coda fra le gambe, gli spavaldi - guardatevi Black Hawk Down, di Ridley Scott, per saperne qualcosa). Gli americani, come tutti i buoni rettiliani, sono livorosi, vendicativi, primitivi, del resto la mafia e il delitto d'onore, nato in questo paesino di periferia del mondo che è l'Italia, l'hanno fatta diventare loro un prodotto di successo planetario.
L'assassino George Bush e l'assassina (il molosso di Bush) Condoleeza hanno agito alla chetichella, come si conviene ai vigliacchi infingardi. Peccato che abbiano massacrato, come al solito, chi non c'entra, senza curarsi minimamente, figuriamoci, di abbattere villaggi, alberi, ettari di vegetazione. I terroristi più pericolosi del pianeta, George & Condi, possono agire indisturbati, possiedono le armi di distruzione di massa più terribili che si conoscano e nessuno gliele andrà a togliere.
La scia di sangue che si stanno portando dietro, siamo sicuri, stavolta però non rimarrà impunita. Sogno (sogno?) la venuta di una civiltà extraterrestre potente, che ci invada, che tolga i giocattoli dalle mani di questi sbruffoni protestanti, disponga un nuovo Tribunale di Norimberga, processi, ma non faccia esecuzioni: solamente condanni i più grandi criminalil della storia dell'umanità, da Hitler in qua, a vivere una vita da mediocri cittadini, con 1000 euro al mese, un lavoro frustrante e ripetitivo e una casetta due camere e cucina in un palazzo anonimo di una qualsiasi metropoli. Del resto, la punizione che spetta a tutti noi che ci scanniamo qui sopra.

Bravo Nicola, sei un vero duro!!!
Per non parlare di Tzunami, pensa che paura che gli fai a baffetto, brrrrr.

gabbianourlante said...

Ancora si ricordano del'98 e di quando vi fa l'attentato alla loro ambasciata (ancora gli scotta la triste ferita del'93, quando se ne andaraono da lì con la coda fra le gambe,

ma complimentucci!
abbiamo proprio gente che plaude alle torri che crollano e le metropolitane che saltano...

dulcis in fundo sognano:
Sogno (sogno?) la venuta di una civiltà extraterrestre potente, che ci invada, che tolga i giocattoli dalle mani di questi sbruffoni protestanti, disponga un nuovo Tribunale di Norimberga, processi, ma non faccia esecuzioni...

eh già! se le invasioni le fa qualcuno sono INVASIONI, quelle di altri NO.... e con cosa di grazia, toglierebbero "i giocattoli"?
con la forza o con le chiacchiere - D'alema docet?
me lo vedo proprio un d'alemaET che si appella all'OPU (organizzazione pianeti uniti) per una "risoluzione politica" delle dispute planetarie....

adriano said...

Gabbiano urlante ma non volteggiavi sulle discariche?
Be' potresti tornarci, e da lì ammirare la tua civiltà...

Anonymous said...

10, 100, 1000...adrianooooooooooooooooo!!!


ciao adri,

ti facevo per la via di caserta ed invece, eccoti qui con noi!!!

che bello!!!

dopo aver letto il tuo ennesimo sproloquio reazionario, ben infarcito di rozza propaganda che altri ti hanno inculcato nella testa(?)...ho deciso di aprire un fans club...

non possiamo vivere senza di te!

grazie di esistere e mi raccomando, abbi cura di te.

preservati.


ciao.


io ero tzunami...

adriano said...

rozza propaganda che altri mi hanno inculcato nella testa?

tzumi tzumi vabbe' che mi vuoi offendere, ma così offendi la tua di intelligenza. ti dirò una cosa, e rimarrò modesto, tanto per gradire. a me nessuno mette in testa nulla (semmai da un'altra parte! :-))))

Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi. Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che rimette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero. Tutto ciò fa parte del mio mestiere e dell’istinto del mio mestiere.

con amore, Adriano Angelini in Pasolini

Anonymous said...

beh, io non ti voglio offendere, credimi.

è che non sopporto i proclami reazionari, specie se infarciti di un così tanto livore da essere - loro sì - fortemente offensivi.

berjia si esprimeva con essi.

inoltre...oltre i proclami ( ma anche un poco i cori russi )...non sopporto nemmeno i luoghi comuni e le generalizzazioni sugli "stronzi amerikani, boia e criminali".

mi sembra il solito disco incantato, no?!?

per finire, pensa un poco...anche io, come te, mi diletto con la follia...ed ho fatto pure il balzo sordo della bestia feroce...

un milione di volte!

ma non per questo mi ritengo...perfetto, saggio, illuminato, mazinga-zeta.

almeno non come te.

e poi, scusami, ma veramente credi che autoproclamandoti "intellettuale&scrittore"...allora, sol per queste tue ( buone...le uniche??? ) attitudini...di conseguenza puoi arrogarti il diritto di ritenerti il nuovo oracolo, l'unico depositario della "verità"???

ma veramente ci credi?

e non ti ritenere offeso se ti invito a lasciare delphi per ritornare un poco con i piedi per terra, tra noi esseri finiti e scorretti, sicuramente non-intellettuali, eroi, scrittori, santi, navigatori...e poeti.

anche se noi italiani...quelli di sopra...lo siamo un poco tutti.

o almeno così mi è parso di aver letto da qualche parte...su un timpano di marmo, se mi ricordo bene...

ciao.


io ero tzunami...

myskin said...

Forse mi sono perso qualcosa, ma è legittimo che uno Stato bombardi il territorio di un altro Stato solo perché ha il beneplacito del governo di quest'ultimo? Io non me ne intendo di diritto internazionale, ditemi un po' voi...

adriano said...

Caro Tzunami

Mi diverte molto prendervi per il culo e voi cascate nella rete con tutte le scarpe, ogni volta. Non avete alcun senso dell'umorismo, e questo è tipico di chi, prendendosi troppo sul serio, automaticamente manifesta forti crisi di autostima.

Quella che hai letto era la citazione da Io so, di Pier Paolo Pasolini, quando accusò i vertici dello Stato italiano di essere i mandanti e responsabili delle più atroci stragi di Stato dal '68 in poi.

In ogni caso, adesso ti svelerò il mio pensiero vero sugli americani; così quelli di Echelon che ci controllano si tranquillizzeranno un po' (a spioni sfigati!!).

L'America è nata con un grande intento, quello di portare la civiltà democratica e liberale in tutto il mondo. Ha prodotto, nello scorso secolo, importantissime cose, in tutti i settori; dalla cultura alla tecnologia. Credo che Tocqueville (Franco-americano) sia l'apice del pensiero politico prodotto nel 18esimo secolo. Oggi, però, quel sogno della ragione è diventato il loro incubo. E, non contenti, una banda di cialtroni, da dopo Eisenhower, si è impossessata del potere per sfruttarlo ai fini di conquista e dominazione (succede nella Storia ufficiale, gli esempi si sprecano). La famiglia Bush-Clinton è, oggi, l'attuale avaguardia (i fantocci) di questo potere nazista che tenta impunemente di governare il mondo secondo i dettami di quel sogno diventato incubo. Voi dormite, poveretti, e vi crogiolate in questo sogno mostruoso, vi piace credere che siate nel giusto (del resto l'America è la terra dei giusti) e siete inebediti di fronte a qualche ipnotizzatore che vi ha costruito per bene lo schema di come dovrebbe essere il mondo, e voi, bambini viziati e inconsapevoli, obbedite.

Fine della storia. Un saluto a quelli di Echelon. Speriamo che arrivino gli extra-terrestri!

Anonymous said...

è vero, chiedo venia, ppp non lo avevo riconosciuto.

non ho competenze onnivore, nemmeno in letteratura.

in ogni caso, ritengo che seppur da te evocato, se Egli fosse vivo, non sarebbe in sintonia con quello che tu scrivi.

magari era un poco frocio...ma era libero!!!

ricordo, invece, oltre ad un sublime passo in memoria del fratello ucciso dai partigiani comunisti italiani, già filo-titini ed antidemocratici fino al midollo...un'altra sua invettiva contro i professionisti della diversità et superiorità morale, etica...quasi genetica.

memoria & attualià...

<< Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia (...) si deferisce un mandato falsamente alto e nobile, in realtà servile: quello di dibattere i problemi morali e ideologici (...) se egli vien meno a questo mandato viene considerato traditore del suo ruolo: si grida subito (come se non si aspettasse altro che questo) al "tradimento dei chierici"; è un alibi e una gratificazione per i politici e per i servi del potere.
Ma non esiste solo il potere: esiste anche un'opposizione al potere. In Italia questa opposizione è così vasta e forte da essere un potere essa stessa: mi riferisco naturalmente al Partito comunista italiano.
È certo che in questo momento la presenza di un grande partito all'opposizione come è il Partito comunista italiano è la salvezza dell'Italia e delle sue povere istituzioni democratiche.
Il Partito comunista italiano è un Paese pulito in un Paese sporco, un Paese onesto in un Paese disonesto, un Paese intelligente in un Paese idiota, un Paese colto in un Paese ignorante, un Paese umanistico in un Paese consumistico. In questi ultimi anni tra il Partito comunista italiano, inteso in senso autenticamente unitario - in un compatto "insieme" di dirigenti, base e votanti - e il resto dell'Italia, si è aperto un baratto: per cui il Partito comunista italiano è divenuto appunto un "Paese separato", un'isola. Ed è proprio per questo che esso può oggi avere rapporti stretti come non mai col potere effettivo, corrotto, inetto, degradato: ma si tratta di rapporti diplomatici, quasi da nazione a nazione. In realtà le due morali sono incommensurabili, intese nella loro concretezza, nella loro totalità. È possibile, proprio su queste basi, prospettare quel "compromesso", realistico, che forse salverebbe l'Italia dal completo sfacelo: "compromesso" che sarebbe però in realtà una "alleanza" tra due Stati confinanti, o tra due Stati incastrati uno nell'altro.
Ma proprio tutto ciò che di positivo ho detto sul Partito comunista italiano ne costituisce anche il momento relativamente negativo.
La divisione del Paese in due Paesi, uno affondato fino al collo nella degradazione e nella degenerazione, l'altro intatto e non compromesso, non può essere una ragione di pace e di costruttività.
Inoltre, concepita così come io l'ho qui delineata, credo oggettivamente, cioè come un Paese nel Paese, l'opposizione si identifica con un altro potere: che tuttavia è sempre potere.
Di conseguenza gli uomini politici di tale opposizione non possono non comportarsi anch'essi come uomini di potere >>.


Pier Paolo Pasolini, 1974.

parole sante...già allora.


ciao.


io ero tzunami...

adriano said...

Ma su questo mi trovi perfettamente d'accordo. Francamente non capisco cosa c'entri con l'attacco di quei barbari degli anglo-americani con l'evoluta civiltà somala.

Ma tant è. Io ti ho citato Pasolini per un motivo, e te lo spiego visto che non capisci. Mi accusi, mi accusano qui sopra di essere portatore di Verità, di sapere, di fare rozza propaganda. Ti rispondo con Pier Paolo, provocatoriamente (non leggi come mi sono, ironicamente, firmato: A.A. in Pasolini?), ti dico, come lui, che io non sono influenzato da nessuna rozza propaganda perché Io so. Punto.

La prossima volta ti metto i sottotitoli.
E poi, che cazzo c'entra che era frocio, io pure so' frocio e allora? Qualche problema? Liberale del minchius

Anonymous said...

nessuna discriminazione sessuale.

ciascuno gode come meglio crede.

nel mio piccolo, anche io sono un gran maialone...etero ma gran maialone.

se c'è discriminazione, da parte mia...è sulle cazzate!!!

specie quelle emerite del tipo: << potere nazista che tenta impunemente di governare il mondo >>.

ovviamente, parlando a proposito dell'amerika boia.

altro che sottotitoli...

sottomarini!!!

bah...contento tu, di quello che sai, pensi e scrivi...anche sottotitolato, semmai.

io mi vergognerei un poco se fossi in te ed invece...ti scandalizzi se dico "frocio"...( ma che è, non se po' dì più...frocio? non è politicamente corretto?...) ti scandalizzi tanto tanto e poi, che fai...non te ne frega un cazzo se tu stesso scrivi frasi oscene ed offensive - ma soprattutto stupide, da 16enne noglobal frequentatore di centri sociali -...frasi tipo quella tramite cui, nel post precedente, appellandoti alle tue fini capacità di analisi politica, hai fatto riferimento ad una non meglio identificata indole nazista di quei << barbari degli anglo-americani >>.

sì, buonanotte adriano...e non ti preoccupare, elvis non è morto, è solo ritornato sul suo pianeta d'origine...però babbo natale non esiste!

ripeto, contento tu di come la pensi...

il mio invito, comunque, rimane sempre quello ovvero: fuggi da delphi!

e siccome credo che sia meglio per te...allora ti invito pure a non perseverare nell'antiamericanismo più sterile, deleterio e deteriore che ci possa essere. non fosse altro perché...tutti quanti voi del coro "no-usa"...mandate in onda il solito disco rotto...e così rischi di non distinguerti nel rumore di fondo.

noises.

e comunque, il tuo fans club...funziona!

però...tutti iscritti americani.

oddio...qualcuno è oriundo delle parti mie...che faccio, lo posso iscrivere???

god bless america.

ciao.


io ero tzunami...

adriano said...

Tu dici a me che sembro un 16enne No global. Ma ti sei riletto? Sei un semianalfabeta che cerca di giocare con le parole ma in realtà crea solo disastri linguistici, la profondità delle tue esternazioni è pari a quella dei capi degli Irriducibili, fatta di slogan e merchandise politico parolaio. Ma vergognati tu... tzunami dei miei stivaletti. E cerca di stare bene a cuccia, e di servire a dovere i tuoi padroncini yankee.

Come il Vallo di Adriano (mio illustre omonimo) per prevenire gli agguati dei barbari scozzesi, bisognerebbe costruire un Vallo per prevenire, oggi, le incursioni dei barbari anglo-americani sul resto del Mondo. E pure le tue su questo povero blog.

non ho mica detto che mi offendo se mi dici frocio! frocio non è un offesa.
Attento a non rileggerti troppo, potresti scioccarti e cambiare idea, su di te e gli americani!!!