Pagine

Tuesday, January 02, 2007

Rallentare un pò, che gli gira la testa

Adesso è più chiaro qual è il problema dei cattolici integralisti. Non è una questione di fede, è l'innata paura nell'essere umano (in alcuni più che in altri) dell'ignoto e, quindi, del futuro. Lo dice la stessa Paola Binetti, a il Riformista: la spaventa «una libertà pressoché assoluta e autoreferenziale (?)». Libertà «autorefenziale»? Ma che vuol dire? «Ancora una volta - sembra rammaricarsi - come nel secolo scorso, è stata l'ideologia della libertà a dettare legge, senza definire i propri limiti e i propri contenuti». Per fortuna, oseremmo dire, ha avuto la meglio l'ideologia della libertà.

La libertà, però, lo sappiamo, è anche un pesante fardello da sopportare, perché responsabilizza. Non permette di scaricare su autorità esterne agli individui - lo Stato o Dio - la responsabilità delle proprie azioni.

La Binetti ne ha terrore, e allora è per lei «ormai irrinunciabile... capire fin dove si vogliono spingere, come vogliono porsi davanti alla vita, al suo inizio e al suo termine, di che libertà parlano».

Vengono messe in crisi tradizioni millenarie - cristiane e aristoteliche - virtù morali e intellettuali. Insomma, si tratta di andarci piano perché alla Binetti comincia a girare la testa: «Finché non avremo capito fino in fondo dove si vuole arrivare sentiamo il bisogno di rallentare il passo». E' l'orrore per la china pericolosa: "Signora mia, dove andremo a finire di questo passo". Tutto qui.

Meno umana comprensione per un tale che su Il Foglio di oggi parla di «presunzione che la Donna sa cosa è il suo bene», e che nell'eutanasia condanna il concludersi del «processo dell'affermazione individuale sulla padronanza della vita».

1 comment:

mauro said...

Libertà «autorefenziale»? Ma che vuol dire?

Suvvia, Jimmo, sono sicuro che ci puoi arrivare.
Un piccolo aiuto:

Autoreferenzialità: che fa riferimento esclusivamente a se stesso o ai propri bisogni, non curandosi d’altri o d’altro

Leggilo bene l'articolo della Binetti, e cerca di capirlo, invece di fare il solito cut&paste polemico.

Ma naturalmente, tutti quelli che non sono disposti a baciare il culo alla Bonino e a Cappato sono "cattolici integralisti"... sic! :-(